Pagamenti elettronici: quali sono le tipologie di carte di pagamento a disposizione con costi bassi e servizi migliori

In questo periodo, considerando la crescente necessità di poter effettuare acquisti online e la disincentivazione all’utilizzo del contante (l’articolo si limita ad analizzare la scelta migliore per il lettore e non se questo tipo di politica sia corretta o meno, prendiamo solo atto di quanto sta avvenendo per proporre le soluzioni migliori), vediamo quali sono le migliori opportunità che ci offre il mercato.
Non tutte le carte di pagamento sono uguali ma esistono varie tipologie che finanziariamente hanno caratteristiche totalmente differenti, di seguito le varie carte disponibili:

  • carte di debito che si dividono in: carte legate al conto corrente (quelle che vengono erroneamente chiamate bancomat che in realtà è il circuito che utilizzano) e carte prepagate
  • carte di credito

Ogni carta di pagamento (a prescindere che si tratti di carte di debito o credito) utilizza circuiti di pagamento differenti (bancomat, maestro, vpay, visa electron, MasterCard, Visa, american express, ecc): l’esercente deve accettare il circuito presente sulla carta, altrimenti non è possibile effettuare il pagamento.
In linea di massima i circuiti MasterCard, Visa e American Express sono accettati dagli esercenti di tutto il mondo (anche online) quindi possedendo carte di questo tipo non si hanno problemi di sorta, il circuito Bancomat è un circuito prettamente italiano quindi non utilizzabile all’estero e nemmeno online, i restanti circuiti sono accettati parzialmente.
Vediamo quali sono le fondamentali differenze di tipologie delle varie carte:

CARTE DI CREDITO

Le carte di credito funzionano in modo completamente differente rispetto alle carte di debito (cioè da quelle che la massa chiama erroneamente bancomat, il quale come abbiamo detto è solo un circuito e non una tipologia di carta).
La differenza fondamentale sta nel fatto che con le carte di credito l’istituto finanziario mette a disposizione del cliente una somma di denaro (cioè un credito) e anticipa la spesa per conto del cliente stesso, il quale salderà gli importi spesi solo nel mese successivo senza interessi (esiste anche la possibilità di rateizzare la spesa su più mensilità ma in questo caso è necessario pagare un interesse).
La carta di credito è sicuramente il sistema di pagamento più evoluto, flessibile, completo, sicuro (avendo tutte in dote un’assicurazione su eventuali utilizzi fraudolenti) e accettato in tutto il mondo perché ogni carta è emessa sui circuiti più diffusi e cioè Visa, MasterCard o American Express; mentre le carte di debito hanno forti limitazioni (se utilizzano il circuito bancomat non sono utilizzabili online e all’estero e anche se usano i circuiti più importanti spesso non sono accettate per una pluralità di attività come prenotazioni e caparre).
Vista la loro importanza, per ottenere una carta di credito è necessario avere dei requisiti perchè l’istituto finanziario deve anticipare il denaro per conto del cliente (e non viceversa come nel caso delle carte di debito dove il cliente utilizza il proprio denaro e quindi non sono necessari requisiti): generalmente è necessario avere (oltre ad un conto corrente) entrate mensili da reddito di lavoro o rendite da investimenti o un certo livello di patrimonio, diversamente l’istituto non concederà la carta di credito.

Elenchiamo tutti i vantaggi delle carte di credito:

  • con le carte di credito è l’istituto finanziario che mette a disposizione il denaro al cliente (senza interessi in base ai requisiti specificati precedentemente) il quale può decidere o meno di utilizzare tale denaro, saldando l’importo speso (con addebito diretto sul conto corrente) nel mese successivo in caso di utilizzo, mentre nulla è dovuto in caso di non utilizzo. Con la carta di credito quindi il cliente non utilizza direttamente il proprio denaro ma ha una riserva di liquidità messa a disposizione dall’istituto e salderà gli eventuali pagamenti effettuati solo nel mese successivo senza interessi. Questo è un punto fondamentale perché un possessore di carta di credito ha più libertà di gestione delle proprie finanze, avendo a disposizione migliaia di euro concessi dalla banca, non è obbligato a mantenere liquidità sul conto corrente per spese impreviste (potendo utilizzare la carta di credito in caso di necessità) e può investire il proprio denaro in altre attività.
  • non ci sono costi di ricarica perché il denaro è reso disponibile dall’istituto automaticamente ogni mese
  • è possibile utilizzare la carta di credito per prenotare stanze d’albergo / autovetture o come caparra in tutto il mondo, senza essere costretti ad utilizzare il denaro contante. Ad esempio per noleggiare un’auto o all’arrivo in una catena di alberghi internazionale è obbligatorio il versamento di una caparra che verrà trattenuta in caso di imprevisti, grazie alla carta di credito la somma viene bloccata sulla carta e resa disponibile dalla banca e nel caso di non utilizzo non ci sarà nessun addebito, questo non è possibile con carte di debito quindi è necessario lasciare del contante a garanzia (a volte non accettato soprattutto in paesi come Stati Uniti o Inghilterra dove la carta di credito è ormai obbligatoria). Inoltre anche la prenotazione online non è possibile con le carte di debito a meno di non effettuare direttamente il pagamento anticipato (essendo solo carte di pagamento).
  • a differenza delle carte di debito, le carte di credito hanno i dati del cliente in rilievo, questo perché in caso di malfunzionamento del lettore elettronico l’esercente è obbligato ad accettare il pagamento effettuando una copia della carta di credito usando la carta copiativa, unitamente al documento del cliente e alla firma. Se un esercente non è a conoscenza di questa possibilità e non accetta la vostra carta nonostante abbia esposto il logo di accettazione della carta stessa, potete tranquillamente telefonare al servizio clienti Visa, MasterCard o American Express in ogni parte del mondo ed obbligare l’esercente ad accettare il pagamento, pena forti sanzioni. Con le carte di debito non sussiste questo obbligo e quindi un esercente può tranquillamente rifiutare il vostro pagamento tramite quelle carte. Questo è un punto fondamentale se stiamo partendo per un viaggio all’estero visto che la carta di credito è una sicurezza
  • a differenza delle carte di debito, quelle di credito sono assicurate. Nonostante anche le carte di debito subiscano numerosi controlli, ad esse generalmente non è associata un’assicurazione e quindi in caso di uso fraudolento è più complesso ottenere un rimborso
  • prelevare contante agli sportelli automatici con le carte di credito non è consigliato perché prevedono costi molto elevati (anche se possibile essendo nate come strumento di pagamento penalizzano tale utilizzo)
  • quando si effettua un pagamento con una carta di credito, l’esercente effettua la transazione direttamente con l’istituto finanziario che fornisce la liquidità e garantisce per il cliente (per questo sono accettate come caparra e per pagamenti con carta copiativa). Per le carte di debito invece la transazione è diretta tra esercente e cliente, la banca fornisce solo il circuito elettronico per far avvenire la transazione, questo offre meno tutele sia all’esercente che all’acquirente.

Di seguito segnaliamo le migliori offerte di carte di credito sul mercato, ottenibili con un reddito annuo lordo di almeno 11 mila euro:

CARTE DI DEBITO

Per poter utilizzare le carte di debito, la liquidità necessaria per la transazione deve già essere presente o sul conto corrente o sulla carta prepagata:

Carta di debito legata al conto corrente
Le carte di questo tipo vengono generalmente fornite all’apertura del conto corrente e consentono di prelevare contanti agli sportelli automatici e di pagare nei negozi utilizzando il denaro presente sul conto corrente.
Purtroppo i circuiti utilizzati per queste carte generalmente sono i seguenti: bancomat (che consente prelievi e pagamenti in italia) e maestro o vpay (che consentono prelievi e pagamenti all’estero) ma non è possibile effettuare acquisti online.

Per ovviare a questa problematica (se non si possiede una carta di credito) è necessario ricorrere a una carta di debito ricaricabile (o prepagata):

Carta di debito prepagata
A differenza delle carte di debito legate al conto corrente, le carte prepagate vengono emesse dagli istituti bancari con circuiti utilizzabili anche per gli acquisti su internet.
Le due problematiche più evidenti delle carte prepagate che pochi considerano sono le seguenti:

  • i costi legati all’emissione e alle ricariche
  • i pagamenti anticipati, infatti le carte prepagate devono essere preventivamente caricate per essere utilizzate. Effettuando una ricarica di importo elevato senza utilizzarla immediatamente per un acquisto, si sta anticipando liquidità alla banca stessa che invece di remunerare questa anticipazione pagando degli interessi al cliente, applica nella maggior parte dei casi dei costi al cliente per la ricarica effettuata. La problematica non sussiste se si effettuano le ricariche nel momento stesso dell’utilizzo e dell’importo esatto, ma in questo caso i costi delle ricariche aumentano esponenzialmente perché si effettua una ricarica per ogni acquisto effettuato.

Per questo ci vengono in aiuto le società fintech che hanno creato carte di pagamento evolute con costi nulli (clicca per approfondire).

CONCLUSIONI

  • Carte di credito –> il denaro è concesso gratuitamente dalla banca, il cliente paga il mese successivo solo in caso di utilizzo (vantaggio per il cliente)
  • Carte di debito del conto corrente –> il denaro viene speso dal cliente nel momento stesso in cui avviene la transazione (situazione neutra per il cliente)
  • Carte di debito prepagate –> il cliente deve fornire anticipatamente il denaro utilizzato per le transazioni successive (svantaggio per il cliente che potrebbe utilizzare il denaro parcheggiato sulla carta per investimenti)

Inoltre:

  • Carte di credito –> essendo garantite dall’istituto finanziario sono accettate in tutto il mondo e online senza limitazioni (più sicure perchè assicurate).
  • Carte di debito del conto corrente –> accettate in tutto il mondo per prelevare contante, accettate parzialmente per pagare, generalmente non accettate online
  • Carte di debito prepagate –> accettate in tutto il mondo e online con limitazioni non essendo garantite dall’istituto finanziario

In definitiva un’ottima gestione potrebbe essere fatta in questo modo:

    • utilizzare la carta di debito legata al conto corrente (bancomat, maestro, vpay) per i prelievi
    • richiedere una carta di credito per ogni altro tipo transazione visti i vantaggi dovuti alla concessione di liquidità da parte dell’istituto finanziario e all’accettabilità globale e online
    • se non abbiamo la possibilità di ottenere una carta di credito (es mancanza reddito) scegliere una carta prepagata con IBAN con bassi costi (approfondisci)

Ricordiamo che gli investimenti possono comportare il rischio di perdita del capitale.

I PIU’ LETTI




RESTA AGGIORNATO SUI FUTURI ARTICOLI: CLICCA MI PIACE

IN EVIDENZA

PROMOZIONI AGGIORNATE (clicca): conti correnti e deposito, carte e investimenti




TUTTE LE SEZIONI


CERCA UN ARGOMENTO FINANZIARIO


Copyright © COSA MUOVE I MERCATI per SoldiOnline.it 
riproduzione consentita riportando il nome e il link della fonte

” COSA MUOVE I MERCATI ” è un approfondimento di SoldiOnline.it
Dal 1998 leader in Italia nell’informazione economica, offre analisi ed approfondimenti indipendenti sui mercati finanziari

Lo scritto è redatto a solo scopo informativo, non rappresenta sollecitazione al pubblico risparmio e non svolge alcuna attività di intermediazione finanziaria. Contiene messaggi pubblicitari, il lettore si assume ogni responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate per investimenti da esso effettuati. Ogni investimento può essere soggetto a perdite finanziarie

Precedente Perchè è fondamentale investire seguendo la politica monetaria delle banche centrali Successivo Draghi a fine mandato: cosa ha fatto in dettaglio per salvare la zona euro