Guadagni oltre il 2000%: le azioni italiane con i maggiori rialzi dalla crisi del 2008

L’indice principale di Borsa Italiana nell’ultimo decennio non brilla per le sue performance, soprattutto se pagaronato all’andamento delle principali borse globali (vedi grafico sottostante che paragona l’indice italiano con l’S&P 500 americano, clicca sul grafico per allargare) e questo evidenzia l’importanza di investire i propri risparmi su tutti i mercati mondiali per diversificare (vedi approfondimento).

L’andamento negativo è dovuto sia alla massiccia presenza di titoli finanziari nell’indice italiano (che hanno risentito maggiormente della crisi), sia alle difficoltà che hanno le aziende a causa della situazione in cui versa il nostro paese (età elevata, alta tassazione e debito, inattività, ecc ecc).

Tuttavia tralasciando l’indice e focalizzandosi sui singoli titoli, anche nel mercato domestico è possibile trovare varie aziende con un ottimo andamento per gli investitori, non è inusuale trovare titoli che hanno raddoppiato, triplicato (e oltre) il loro valore dalla crisi del 2008 (e del 2011 che ha riguardato i debiti sovrani del sud europa, vedi approfondimento).

Di seguito segnaliamo le aziende con l’andamento migliore dal 2009 (cliccare sui grafici per allargare e sul nome del titolo per i dati finanziari completi), chi avesse investito in queste azioni sui minimi di quell’anno (senza vendere) ad oggi avrebbe ottenuto ritorni anche superiori al 2000%. Questo significa che investendo 10 mila euro 10 anni fa, ad oggi si avrebbe un guadagno superiore a 200 mila euro (non male anche considerando la tassazione del 26% sui guadagni).

AMPLIFON

Fondata nel 1950, Amplifon è oggi leader globale del mercato retail dell’hearing care ed è presente in 29 Paesi con quasi 11.000 punti vendita e circa 16.000 persone tra dipendenti e collaboratori. Nel 2018, Amplifon ha generato un fatturato e un utile netto su base ricorrente rispettivamente pari a 1.372,7 milioni di euro e 113,4 milioni di euro.


DE LONGHI

Il Gruppo De’Longhi è presente in 33 paesi con filiali commerciali e vende i sui prodotti sui mercati di tutto il mondo, portando avanti il suo impegno nel creare prodotti innovativi che includono ogni categoria di elettrodomestici, nell’ambito della cucina, dal caffè alla preparazione dei cibi e alla cottura, oltre che della pulizia domestica e della stiratura.


BREMBO

Brembo è leader mondiale nella progettazione, sviluppo e produzione di sistemi frenanti e componentistica per auto, moto e veicoli industriali, p​er il mercato del primo equipaggiamento, i ricambi e il racing. L’azienda opera in 15 Paesi di 3 continenti, con 24 stabilimenti e siti commerciali, contando sulla collaborazione di oltre 9.000 persone.


REPLY

Costituisce un modello a rete di aziende altamente specializzato, che affianca i principali gruppi industriali nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi tecnologici e di comunicazione, quali ad esempio, Big Data, Cloud Computing, Digital Communication, Internet degli Oggetti, Mobile e Social Networking, per ottimizzare ed integrare processi, applicazioni e dispositivi.


EXOR

Una delle principali holding europee ed è controllata dalla Famiglia Agnelli. Con un NAV (Net Asset Value) di circa 20 miliardi di dollari, è il frutto di una storia imprenditoriale fatta di oltre un secolo di investimenti. EXOR realizza investimenti concentrati in società globali in diversi settori, prevalentemente in Europa e negli Stati Uniti, con un orizzonte temporale di lungo termine.


FCA

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) progetta, sviluppa, produce e commercializza in tutto il mondo veicoli e relativi servizi post-vendita, ricambi e sistemi di produzione attraverso 102 stabilimenti produttivi, 46 centri di Ricerca e Sviluppo e concessionari e distributori in oltre 135 Paesi. Il Gruppo opera nel mercato automotive con i marchi Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Dodge, Fiat, Fiat Professional, Jeep, Lancia, Ram e Maserati. Le attività del Gruppo includono anche Mopar (servizi post-vendita e ricambi), Comau (sistemi di produzione) e Teksid (fonderie).


BANCA GENERALI

Banca private leader in Italia nella pianificazione finanziaria e nella tutela patrimoniale dei clienti attraverso una rete di consulenti ai vertici del settore per competenze e professionalità. Grazie alle sue reti di consulenti e ad una radicata presenza sul territorio, la società amministra 61,1 miliardi di euro (dati al 31 marzo 2019) per conto di oltre 250 mila clienti.


RECORDATI

Gruppo farmaceutico internazionale con più di 4.100 dipendenti che si dedica alla ricerca, allo sviluppo, alla produzione e alla commercializzazione di prodotti farmaceutici. Ha sede a Milano, e attività operative in tutti i paesi Europei, compresa la Russia, in Turchia, Nord Africa, Stati Uniti d’America, Canada, Messico, alcuni paesi del Sud America, Giappone e Australia.


CAMPARI

Uno dei maggiori player a livello globale nel settore degli spirit, con un portafoglio di oltre 50 marchi che si estendono fra brand a priorità globale, regionale e locale. I brand a priorità globale rappresentano il maggiore focus del Gruppo e comprendono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY,Wild Turkey e Grand Marnier. Il Gruppo è il sesto per importanza nell’industria degli spirit.


DIASORIN

Gruppo multinazionale e leader globale nel mercato della diagnostica in vitro. Da oltre 40 anni sviluppa, produce e commercializza test diagnostici per una vasta gamma di aree cliniche. I test DiaSorin sono progettati per laboratori di analisi ospedalieri e privati, nei mercati dell’immunodiagnostica e della diagnostica molecolare.


IMA

Leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari, tè e caffè.


JUVENTUS

Una menzione per il gruppo calcistico più grande d’italia perchè le sue fortune finanziarie sono decorrelate dall’andamento dei mercati globali, infatti come possiamo vedere il rialzo del titolo è iniziato con il ritorno ai successi da parte della società quindi successivamente al 2008.


IL PORTAFOGLIO DI INVESTIMENTO CHE HA RADDOPPIATO IL CAPITALE IN POCHI ANNI (approfondisci)


QUALI SONO I RISCHI DI AVERE TUTTI I RISPARMI IN UN SOLO CONTO (approfondisci)


Costo materie prime al minimo storico: come bloccare il prezzo di elettricità e gas (approfondisci)




RESTA AGGIORNATO SUI FUTURI ARTICOLI: CLICCA MI PIACE

TUTTE LE SEZIONI


CERCA UN ARGOMENTO FINANZIARIO


Copyright © COSA MUOVE I MERCATI per SoldiOnline.it 
riproduzione consentita riportando il nome e il link della fonte

” COSA MUOVE I MERCATI ” è un approfondimento di SoldiOnline.it
Dal 1998 leader in Italia nell’informazione economica, offre analisi ed approfondimenti indipendenti sui mercati finanziari

Lo scritto è redatto a solo scopo informativo, non rappresenta sollecitazione al pubblico risparmio e non svolge alcuna attività di intermediazione finanziaria. Contiene messaggi pubblicitari, il lettore si assume ogni responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate per investimenti da esso effettuati. Ogni investimento può essere soggetto a perdite finanziarie

Precedente Perchè uscire dall'euro equivale ad una tassa patrimoniale sui risparmi Successivo Libra: cos'è e a cosa serve l'ennesima criptovaluta proposta da Facebook?