Uso locale condominiale

Nel condominio c’e’ un ingresso aperto e nel sottoscala sono alloggiati tutti i contatori acqua dei singoli condomini.

Su tale sottoscala i due condomini che hanno accesso dalla scala che porta ai loro appartamenti situati al 1°piano,vantano un diritto di proprietà del 50% derivante da una clausola inserita nel contratto di compravendita dell’appartamento.

Noi riteniamo nulla la suddetta clausola,in quanto per l’intestazione della proprietà,ritenendo detto locale adibito ad uso condominiale,dovevano avere

l’assenso di tutti i condomini.

Se fosse legittima la proprietà,nel locale essendo gravato di una servitù d’uso non potevano essere installati due autoclavi,impedendo l’installazione agli altri. Saluti

Egregio lettore, buon giorno.

Pur ritenendo corrette le sue considerazioni, non sono condivisibili in quanto l’atto di compravendita, essendo un CONTRATTO, non è da mettere in discussione.

Ritenere nulla la clausola non alcun significato, al limite bisogna ricorrere al Giudice per capire se la clausola è legittima o meno.

C’è un detto che dice: CARTA CANTA!!!

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Lavori in condominio Successivo Danni provocati alla cosa comune da ignoti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.