Uso cantine a turnazione

Buongiorno, le scrivo per avere un suo parere in merito a delle cantine condominiali.
Ho acquistato l’appartamento dove vivo due anni fa e con esso la proprietà di tutte le particelle condominiali che sono delle cantine che si trovano in terrazza.
Queste cantine sono in numero nettamente inferiore agli appartamenti del condominio e sono già occupate da altri inquilini.
Ho fatto richiesta di poter usufruire anche io di una cantina e mi è stato detto che potrò quando se ne libererà una.
In questo caso come dovrebbe essere regolamentata la divisione delle parti comuni?
E’ corretto che la parte comune sia utilizzata da un inquilino solo perchè “è arrivato prima”? Non sarebbe più corretta una turnazione?
La ringrazio per l’assistenza , Saluti

Gentilissima signora, buon giorno.
Il caso da lei descritto è un caso davvero atipico, in quanto la insufficienza del numero delle cantine, rispetto alle unità immobiliari esistenti nell’edificio condominiale, ne complica l’uso anche se si decidesse di optare per la turnazione.
Non ci si trova  al cospetto dei posti auto insufficienti, per i quali la turnazione non comporta assolutamente alcuno stravolgimento, ci si trova, invece, al cospetto di locali che una volta utilizzati come deposito di cose varie, diventa impossibile lo svuotamento, quindi il “”trasloco””, da qui l’atipicità del caso.
Secondo il mio parere e ragionando per logica razionale, proprio come già le hanno risposto, la turnazione non è ipotizzabile, per cui ci si mette in coda per occupare la cantinola appena si libera per un motivo qualunque.
Vale proprio la regola di chi è arrivato prima, purtroppo, ma un parere legale non guasta in questi casi.
Cordialità
Geom. Terracciano
Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Revoca e nomina amministratore Successivo Regolamento di condominio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.