Stereo a tutto volume

Buona sera, vorrei chiederLe un consiglio.
Vivo in condominio e come ormai è noto è il luogo di litigi  che sfociano il piu’ delle volte in azioni giudiziarie.-
Il mio caso è questo:- vi è una famiglia i cui componenti,specialmente il figlio di anni 19 a tutti gli orari e soprattutto in orari strani (dalle 21 alle 24) accende lo stereo a tutto volume con i bassi in funzione.-
Il mio appartamento balla tutto ed il rumore è davvero insopportabile.
Naturalmente non sono il solo a lamentarmi,ma forse sono quello piu’ disturbato perchè vivo sopra di loro.-
Quale azione posso mettere in atto attraverso l’amministratore e lo stesso cosa puo’ fare.-
Con questa famiglia i rapporti ormai sono pessimi e quindi non vi è possibilità di contatto.- Grazie

Buon giorno.

Le liti giudiziali condominiali hanno da sempre riempito di cause civili i Tribunali, non a caso è stata istituita la figura del CONCILIATORE per cercare di arginare il fenomeno, proprio per redimere anzitempo la controversia e allontanare l’eventuale azione giudiziale.

Nel suo caso è competente il giudice di pace, in quanto trattasi di IMMISSIONI di rumori, ma le dico a priori che la soluzione è problematica nonostante la legge punisca le immissioni.

La sua affermazione sui pessimi rapporti che intercorrono tra lei e questa famiglia con il figlio RUMOROSO, complica ulteriormente le cose e non credo affatto che una sentenza, se così la vogliamo definire, possa educare il ragazzo, anzi, scatenerebbe solo ritorsione e dispetti a dismisura.

Anche le Forze dell’Ordine, se chiamate, non intervengono, quindi si metta l’anima in pace e faccia in modo che qualcuno avvicini questa famiglia per cercare di ottenere comprensione e rispetto degli altri.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Nomina presidente assemblea Successivo Affitto e mancanza certificato abitabilità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.