Spese riscaldamento

Buongiorno, sono proprietario di un immobile e ho il riscaldamento autonomo.

Dato che nel condominio c’e’ il centralizzato pago comunque la retta annuale in base ai millesimi dell’appartamento comprese gestione e riparazione.

L’anno scorso sono stati inseriti i rilevatori di consumo anche nei miei radiatori insieme alle nuove valvole per il risparmio energetico.

Ora pero’ al mio errore di dare il permesso di istallare i rilevatori porta l’amministratore a chiedermi di pagare il consumo letto nei rilevatori. Chiedo se ci sono gli estremi per non pagare visto che il gas da me consumato l’ho gia’ pagato.

Attendendo risposta al mio problema, porgo i miei piu’ distinti saluti.

Egregio lettore, buona sera, sulla scorta di quanto appresso specificato, faccia valere i suoi diritti:

«Art. 1118. – (Diritti dei partecipanti sulle parti comuni).RIFORMA CONDOMINIO

– Il diritto di ciascun condomino sulle parti comuni, salvo che il titolo non disponga altrimenti, è proporzionale al valore dell’unità immobiliare che gli appartiene. Il condomino non può rinunziare al suo diritto sulle parti comuni. Il condomino non può sottrarsi all’obbligo di contribuire alle spese per la conservazione delle parti comuni, neanche modificando la destinazione d’uso della propria unità immobiliare, salvo quanto disposto da leggi speciali. <<Il condomino può rinunciare all’utilizzo dell’impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell’impianto e per la sua conservazione e messa a norma».

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Strane iniziative dell'amministratore Successivo Rendicontazione annuale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.