Spese per distacco da riscaldamento centraizzato

Gent.mo geometra, mi rivolgo ancora una volta alla sua cortese disponibilità per chiederle un parere in merito al sottocitato quesito:

negli anni passati, in seguito alla richiesta di distacco dall’impianto di riscaldamento centralizzato, di due condomini, in periodi diversi, l’ Assemblea aveva deliberato di accordarlo previo  pagamento del 30% delle spese per il gasolio.

Nell’ultima Assemblea, tuttavia, uno dei condomini interessati aveva sollevato il problema perchè riteneva di non dover concorrere ad alcuna spesa in quanto ciò gli era consentito dalla nuova riforma condominiale.

A tal proposito  sono andato a leggermi l’articolo in oggetto  il quale, è  pur vero che acconsente il distacco da parte del condomino che ne fa richiesta, ma pone come condizione  che lo stesso non  apporti  possibili squilibri di funzionamento o aggravi di spese per gli altri condomini. E qui secondo me sorge il dilemma: come stabilire tutto questo? E come ci si dovrebbe comportare? E’ sempre l’Assemblea a dover stabilire se concedere o meno il distacco e la percentuale delle spese di riscaldamento?

Buon giorno.

Sicuramente quando è stato consentito ai due condomini, seppure in momenti diversi, il distacco dall’impianto centralizzato, è stata l’assemblea a deliberare in proposito ignorando i contenuti della legge.

Quindi l’errore di partenza è assembleare, infatti quando viene chiesto il distacco non è certamente l’assemblea a dover deliberare in merito, è sufficiente che il condomino presenti, all’amministratore,  una PERIZIA TERMOTECNICA dalla quale si evince che dal distacco non vi sono né squilibri all’impianto né maggiorazione di spese per gli altri condomini, condizione, questa difficilmente dimostrabile.

Poi, oggi, ci sono le leggi Regionali, come in Piemonte, Lombardia,  che vietano il distacco.

Detto questo i condomini distaccati non devono concorrere, nella maniera più assoluta, alle spese del combustibile anche se in percentuale.

Devono concorrere solo alle straordinarie e/o alla ricostruzione caldaia.

Gli errori, purtroppo, hanno sempre un COSTO!!!

Cordiali saluti

Geom. Oreste TERRACCIANO

Leggi per approfondire il problema su facebook

Precedente Annunci con tour virtuale in 3D Successivo Contatore divisionale acqua

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.