Spese condominiali relative al solo box

Buongiorno geometra, torno a disturbarla perché vorrei un consiglio in merito al quesito che le indico in seguito. Nel 2012 ho acquistato un box in una palazzina di nuova costruzione a due passi dalla mia abitazione. Sono l’unico proprietario ad avere esclusivamente un box, tutte le altre proprietà sono composte da appartamento e box. Nel complesso immobiliare sono presenti due vani scala ed i proprietari, in una delle ultime assemblee, hanno deciso di chiudere detti vani scala con serramenti per protezione dalle intemperie. Volevo sapere se io sono soggetto, per i millesimi di mia competenza, a partecipare alle spese. Premetto che io accedo al box di mia proprietà attraverso il cancello elettrico automatico carrabile e lo raggiungo attraverso il relativo tunnel. Dispongo esclusivamente delle chiavi del cancello automatico carrabile oltre a quelle della mia proprietà, quindi non posso (e non ne ho la necessità) di accedere ai vani scale che assolutamente non uso e che in quasi due anni di proprietà non ho neppure mai visto come sono fatti. Siccome so che le spese condominiali, in questo caso straordinarie, si pagano in base ai millesimi, ma anche in relazione all’utilizzo che si fa della cosa comune, ho fatto presente la situazione all’amministratore, perché ritengo che le spese in questione non mi riguardino non traendo assolutamente nessun beneficio dai lavori in questione. Quest’ultimo mi ha risposto che, relativamente all’intervento di chiusura dei vani scala, ritiene corretta la suddivisione millesimale atteso che  trattasi di un intervento sulla facciata condominiale e come tale da far ricadere sulla collettività dei fruenti della scala di appartenenza ciò indipendentemente dall’utilizzo effettivo e/o sporadico. Ho risposto all’amministratore che il mio utilizzo non è ne effettivo ne sporadico, ma assolutamente nullo e non ho una scala di appartenenza. Ho anche chiesto su quale base il mio box sia stato assegnato alla scala A visto e considerato che tutti gli altri proprietari sono assegnati alla scala A o B in base a dove si trova l’appartamento di loro proprietà. Mi potrebbe chiarire la situazione?

La ringrazio ancora infinitamente.

Egregio lettore, buon giorno.

Personalmente ritengo che l’amministratore, per i lavori di chiusura dei VANI SCALE, abbia preso un abbaglio, questo perché non può inserire nel concetto di comproprietà delle facciate, art. 1117 cc., un lavoro di quel tipo, diciamo innovativo, e ripartire i costi per tabella millesimale di proprietà.

L’edificio originariamente era con le apertura, per cui una diversa deliberazione UNANIME da parte dei condomini delle scale che ne ha decretato la chiusura non può essere generalizzata, pertanto la tabella millesimale andava RIPARAMETRATA ancor prima di ripartire la spesa.

C’è anche da capire cosa vuole dire l’amministratore con la chiusura dei vani scale, è una affermazione errata a mio giudizio.

Per il posizionamento del suo box in proiezione, legga il rogito oppure faccia una visura catastale.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Conferma amministratore Successivo Ingombri nel vano scale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.