Sette su 100 ottengono il mutuo

Difficile  con questa crisi ottenere il mutuo in Italia, anche se aumenta leggermente, passando dal 5% al 7%, la percentuale di chi è riuscito ad ottenerlo da gennaio a maggio 2013. Lo attesta un‘analisi di Mutui.it (www.mutui.it), in collaborazione con Facile.it (http://www.facile.it/mutui-prima-casa.html), su oltre 5.000 fra richieste di finanziamento presentate e mutui erogati.

Dal Nord al Sud – Continuano ad essere molto pochi i mutui ottenuti, rispetto alle richieste iniziali, anche se  la situazione non è omogenea in tutto lo Stivale. E‘ assai più facile ottenere un mutuo nelle Marche, in Lombardia e in Liguria che sono al di sopra della media nazionale, con percentuali di approvazione prossime o superiori al 10%. Seguono, sempre con cifre più alte della media nazionale, regioni come Piemonte (8,7%), Lazio e Umbria (entrambe al 7,5%). Sotto la media italiana invece la Campania, dove ottiene il mutuo solo il 5,0% dei richiedenti, la Basilicata ( 4,8%), la Puglia (4,7%), mentre il fanalino di coda della classifica è rappresentato dalla Calabria, dove nemmeno 4 richieste su cento vengono accordate.

«L’analisi della distribuzione dei finanziamenti per l’acquisto della casa lungo il territorio nazionale – spiega Lorenzo Bacca, responsabile business unit mutui dell’azienda – è uno specchio delle differenze tra gli italiani in termini di distribuzione di lavoro, risorse e opportunità: il Sud si trova ad avere un terzo delle già scarse possibilità di ottenere un mutuo per l’acquisto di una casa che si hanno nel Nord del Paese. Il fenomeno rappresenta la prova del fatto che l’Italia continua a viaggiare a due velocità.»

L’età dei richiedenti: a fronte di un’età media nazionale di 39 anni, i più giovani a presentare domanda di mutuo sono i cittadini del Friuli Venezia Giulia, che hanno mediamente 37 anni quando si presentano in Banca, mentre i più attempati sono quelli di Umbria, Calabria e Campania, che provano ad ottenete il finanziamento quando hanno già compiuto 41 anni. La durata media (che a livello nazionale è di 22 anni) sale a 26 anni in Abruzzo e scende sotto i 19 anni in Toscana.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

 

Precedente Problema con ex inquilino Successivo Cambio destinazione uso cortile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.