Scenari Immobiliari: venticello di ripresa per il mattone in Italia

2013 in negativo per i mercati immobiliari dei Paesi latini e ripresa per i Paesi Germanici, secondo i dati di Scenari Immobiliari.

Italia chiude il 2013 con il -5,7% – La Spagna, dopo una lunga depressione (meno 28,4 per cento in sette anni), chiude il 2013 con un meno 2,2 per cento. La Francia (meno 19,2 per cento in sette anni) vede finire l’anno passato ancora negativo, a meno tre per cento. In Italia la crisi ha tagliato il fatturato del mercato in sette anni del 21,5 per cento e il 2013 si è chiuso con la peggiore performance tra i grandi Paesi continentali (meno 5,7 per cento), soprattutto per il calo, più forte del previsto, nel residenziale.

Venticello di ripresa in Italia – «Il 2014 è iniziato bene negli altri Paesi e si avverte un venticello di ripresa anche in Italia» ha dichiarato Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, in apertura del convegno 2014 – Tra miseria e nobiltà,  tenutosi oggi a Milano e nell’ambito del quale sono state illustrate le prospettive dei mercati immobiliari europei per l’anno. A spingere i mercati la ripresa economica, un lieve innalzamento dei consumi e le nuove tendenze demografiche in corso. Tra gli indicatori positivi anche l’aumentata presenza degli investitori internazionali che, in Europa, hanno incrementato gli acquisti del 230 per cento tra il 2013 e il 2010. «In Italia il mercato arriverà a 100 miliardi di euro nel 2014» conclude Breglia.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Crif- Mutuisupermarket: compravendite in calo del 7% Successivo Amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.