Scarico colonna verticale acque reflue

Gent.mo Geometra Le chiedo se gentilmente se mi possa dare una risposta al mio quesito :

. abito in un fabbricato di otto unità abitative costruito nel 1988 alle cui estremità vi sono due villette attaccate al resto del fabbricato,una di queste è mia ;

. da circa qualche anno presso la mia cucina a piano terreno, dal lavello fuoriesce acqua reflua anche senza utilizzarlo. Ultimamente essendo la situazione peggiorata,ho chiamato una ditta di espurgo pozzi neri ( da premettere ogni sei mesi svuotiamo le fosse biologiche) al fine di risolvere detto problema;purtroppo detta ditta operando sia all’interno della fossa che dalla mia cucina non riusciva ad ottenere risultato,pertanto su consiglio loro e di un idraulico mi consigliavano di fare un nuovo scarico , cosa che ho fatto, non intervenendo sulla colonna verticale,il tutto questo a mie spese.

Ora succede che i proprietari del 2 e 3 piano avendo l’ idraulico tappato lo scarico nella mia cucina l’acqua travasa dai loro bagni.Questi per risolvere il problema hanno deciso di fare una colonna esterna di scarico e portarla nella fossa .Arrivo alla domanda questi signori vogliono che anch’io partecipo alle loro spese? Motivando che il problema è condominiale? Però quando hanno visto che facevo i lavori nessuno di loro si è presentato da mè dicendo che il problema era condominiale In ultimo tutti gli interventi fatti presso la mia abitazione le spese sono state tutte a mio carico. In attesa di una sua gentile risposta Le porgo cordiali saluti.

Egregio signore, buona sera.

Lei non ha minimamente accennato all’amministratore, segno che il condominio ne è sprovvisto, per cui devo ritenere che questo particolare di non trascurabile importanza, almeno ancora oggi in quanto da giugno le cose cambiano, abbia consentito a lei di sbagliare, costringendo anche gli altri condomini, allacciati a quella colonna montante dello scarico delle acque grigie, a sbagliare.

Si tratta indubbiamente di un malinteso, ma non credo che le si possa addebitare una colpa se ha agito in perfetta buona fede, come si agisce, di solito, in un condominio NON amministrato.

Lei avrebbe dovuto coinvolgere gli altri condomini allacciati alla colonna, convocarli e assieme decidere l’intervento, invece……

La sua considerazione sul fatto che i condomini potevano intervenire prima, ovvero quando lei eseguiva la modifica, ha un fondamento, quindi volendo tagliare la testa al toro e volendo mantenere inalterati i rapporti di buon vicinato, le suggerisco di sommare tutte le reali spese sostenute e dividerle per tre, così ci sarà chi dovrà dare e chi dovrà avere, sulla scorta del fatto che siete in difetto tutti, nessuno escluso.

Chiarisca questo aspetto con gli altri e li mandi a quel paese se non dovessero desistere dalle loro intenzioni.

Siete tuti consapevoli che il condominio Esiste sulla carta ma di fatto non ESISTE, esiste l’autogestione che questi rischi provoca.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Costituzione assemblea Successivo Spese per infiltrazione nei sottostanti box da terrazzo esclusivo

2 commenti su “Scarico colonna verticale acque reflue

  1. laura il said:

    gent. geom. vorrei chiederle come gestire questo problema. 26 anni fa ho cambiato la struttura del mio appartamento spostando il mio unico bagno con i relativi scarichi e slacciandomi dalla colonna di scarico originale. tutto questo in accordo con il condominio e con regolari permessi comunali. premesso che nella colonna di scarico delle acque nere originale confluiscono anche quelle pluviali, per negligenza del proprietario del piano di sopra che ha buttato nel suo water assorbenti e non ha fatto ripulire regolarmente il suo deposito, si è intasata la colonna condominiale fino al suo water causando una perdita nel punto dove era la mia braga originaria. quali sono le mie responsabilità.

    • condominioaiuto il said:

      PER LAURA
      Gentile lettrice, lei ha precisato di aver creato una nuova colonna di scarico delle acque nere, IN ACCORDO CON IL CONDOMINIO, accordo che ha la sua valenza e che la esclude dalle spese della colonna originara, laddove c’è una regolare delibera assembleare firmata da tutti i condomini allacciati a quella colonna, diversamente, in caso di ostruzione della colonna originaria, lei, unitamente ai restanti condomini che di quella colonna si servono, deve concorrere alla spesa per tabella millesimale di proprietà riparametrata.
      Cordiali saluti
      Geom. Terracciano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.