Ristrutturazioni in condominio irregolare

Egregio Geom. buonasera, da circa due anni abito in un condominio completamente irregolare (senza amministratore e codice fiscale); si sono resi necessari lavori di ristrutturazione tetto e facciata che prevedono un’uscita totale di 35.000 euro.

Dato l’importo, non indifferente, che dovrò pagare, ho chiesto agli altri proprietari la possibilità di regolarizzare la posizione del condominio e poter così usufruire delle agevolazioni statali (36%), ma, “ovviamente”, il risultato ottenuto è stato di completo disinteresse ed indisponibilità soprattutto per  l’ulteriore ed inutile spesa che si aggiungerebbe.

Può, gentilmente, indicarmi la strada da percorrere visto che sono l’unica persona interessata a fare le cose come si deve? Nel ringraziarLa per lo spazio che vorrà dedicarmi Cordialmente

A.da Perugia

Gentile signora, buona sera.

Sarebbe stato utile comunicarmi di quanti condomini è composto il condominio, di questi, inoltre,  quanti residenti nello stesso e quanti non residenti.

Il condominio, in quanto tale, parte da un numero di due condomini, CONDOMINIO MINIMO, fino ad un numero consistente di partecipanti.

Se il condominio ove lei si pregia di risiedere ha  un numero di partecipanti superiore a quattro è un conto, se inferiore o uguale a quattro è un altro conto.

Fino a quattro condomini non c’è l’obbligo di nominare l’amministratore, ma, poiché c’è l’obbligo di rispettare tutta la normativa esistente e tutto il disposto del codice civile, nulla impedisce di nominarne uno che sappia gestire le cose comuni e contemporaneamente tuteli gli interessi di tutti i partecipanti.

Oltre quattro partecipanti al condominio, siano essi residenti o non residenti, c’è l’obbligo giuridico di nominarne uno, meglio se la scelta ricade su un libero professionista, il quale, prevalentemente, svolge questo tipo di attività.

Tuttavia, a prescindere dall’obbligo o meno, il Condominio è Sostituto di Imposta sin dal 1998, per cui c’è l’obbligo di richiedere il CODICE FISCALE all’Agenzia delle Entrate, anche perché sulle fatture relative ad appalti dei servizi o d’opera va applicata la ritenuta fiscale del 4%, la quale va poi versata al Fisco entro il giorno 16 del mese successivo al pagamento della fattura, pena l’illecito di evasione fiscale.

Inoltre, sui lavori, viene applicata l’IVA al 10% e si deve istruire la pratica per godere della detrazione fiscale del 36%, certamente non è roba di poco conto, quindi perché rinunciare.

Tornando alla sua richiesta, visto come stanno realmente le cose e data la volontà degli altri partecipanti di continuare a gestire il condominio illecitamente, con il sistema obsoleto del FAI DA TE, non posso che suggerirle di recarsi da un avvocato, affinchè la possa guidare attraverso la richiesta di un amministratore giudiziario per VOLONTARIA GIURISDIZIONE.

Da sola non andrebbe da nessuna parte,bisogna essere, in qualche maniera, addentrati nella materia, quindi si dia da fare in tal senso.

Si rifiuti CATEGORICAMENTE di versare un solo euro se non sarà l’assemblea ad approvare i lavori, ma soltanto dopo che gli stessi avranno seguito tutto l’ITER procedurale che poi porta all’appalto vero e proprio, quale, è presto detto:

–        Perizia tecnica elaborata da un tecnico peritale, al quale,poi, affidare anche la direzione dei lavori

–        Elaborazione del capitolato di appalto e del computo metrico estimativo, con il capitolato, approvato dall’assemblea, si potrà dare corso ad una gara per la richiesta dei preventivi.

–        I preventivi dovranno essere portati in assemblea per l’approvazione del migliore, ma in busta chiusa e con la firma e timbro sui lembi, così si eviteranno imbrogli.

Solo dopo, e soltanto dopo, si potrà parlare di appalto, solo dopo aver ricevuto, per iscritto, tutte le garanzie, le modalità di pagamento e via discorrendo, per cui le dico: SI RIBELLI – NON PAGHI tanto non hanno nessuno strumento LEGALE per costringerla a pagare!!!

Cordialmente

Geom. Terracciano

Precedente Lavoro pulizia scale in nero Successivo Modifica finestra fronte mare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.