Ripartizione spese

Gent.mo Geometra, sottopongo alla Sua autorevole attenzione il seguente quesito:

– sono proprietario di un appartamento in un piccolo condominio. L’amministratore  suddivide le spese relative al proprio compenso e a locomozione/telefoniche e fotocopie in base ai millesimi di proprietà (ciò mi penalizza poiché il mio è l’appartamento più grande), mentre in altri condomini della zona altri amministratori le suddividono in parti uguali. Preciso che non esiste regolamento condominiale né l’atto di compravendita offre elementi significativi per dirimere la questione. Chi ha ragione? RingraziandoLa per la cortese attenzione, porgo i più cordiali saluti

Caro lettore, buon giorno.

Non posso che dare ragione all’amministratore, in quanto le spese di amministrazione, tranne gli addebiti al singolo, si ripartiscono per tabella millesimale di proprietà, così il compenso, le fotocopie in genere, le spese di cancelleria, tutte documentate e FATTURATE soprattutto, mancando le fatture non si ha alcun obbligo di pagare la propria quota, in quanto non si deve avallare l’evasione fiscale.

Poiché leggo spese di locomozione e telefoniche, la cosa mi sorprende non poco, è come avallare un compenso in NERO.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Precedente Danni da colonna montante Successivo Lavori straordinari in corso, problemi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.