Ripartire le spese per i ponteggi

Geometra Terracciano, mi scusi, vorrei porle altri due quesiti.
1) come si divide la spesa per i ponteggi ( come le dicevo ci apprestiamo a fare una ristrutturazione della facciata di un edificio di tre piani)? Per millesimi di proprietà oppure, tenendo conto che il ponteggio serve sopratutto a chi abita ai piani alti, si può ipotizzare una divisione in parti uguali?
2) se un giardino non ha accesso dall’esterno ma solo attraverso un garage che abusivamente e’ stato trasformato in parte di una casa, i proprietari dei giardini limitrofi sono tenuti a consentire il passaggio per eseguire i lavori sulla facciata che insiste sul giardino intercluso? Se ciò comporta un aggravio di costi a chi vanno addebitati? Grazie

Gentile lettrice, anche la spesa dei ponteggi deve essere ripartita per tabella millesimale di proprietà.

Se c’è stato un abuso commesso da un condomino, questo andava denunziato, anche perché i giardini sono dati in USO ESCLUSIVO, quindi l’abuso edilizio, perché di abuso edilizio trattasi, andava denunziato.

Tuttavia bisogna addebitare i maggiori costi per l’erezione dei ponteggi laddove è stato impedito l’accesso, motivo per il quale bisogna percorrere altre strade.

I giardini limitrofi possono consentire ma devono essere opportunamente risarciti del disagio che subiranno.

Perché chi ha palesemente violato i loro diritti non deve risarcire il disagio?

Sicuramente non sarà certamente lei a risolvere la questione, pertanto le suggerisco di avvalersi di un consulto legale, quanto mai opportuno in questi casi.

Può anche avvalersi del mediatore civile.

Non è di facile soluzione sa?

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Problemi parcheggio Successivo Accensione mutuo o prestito per lavori straordinari

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.