Rinuncia all’amministratore

Buona sera, vorrei porle un quesito in merito alla situazione assai critica del condominio in cui vivo. Premesso che lo stabile è composto da 9 appartamenti su 3 piani con 7 proprietari. Avendo 5 proprietari a credito con le spese, l’impresa costruttrice (ormai fallita che deve  3.300 € di arretrati che mai verserà) proprietaria di 3 appartamenti e una proprietaria che non ha mai pagato le spese ( -1.800 € da versare), la proposta dell’ amministratore è quella di chiudere il condominio e gestire tra condomini il tutto dato che il conto corrente è in positivo di 150 € ma con assicurazione condominio da pagare, allaccio al nuovo contatore acqua da pagare…. E’ possibile intestare il contatore acqua condominiale e contatore energia elettrica comune sempre al condominio anche non avendo amministratore ? Il rischio attuale è che l’assicurazione faccia causa al condominio e all’attuale amministratore per non aver pagato la polizza …. grazie !!

Egregio lettore, buon giorno.

E’ una situazione davvero critica quella in cui versa il condominio, infatti, se è pur vero che il condominio fino ad 8 partecipanti effettivi non ha più l’obbligo di nominare l’amministratore, è altrettanto vero che la situazione debitoria e critica, dal punto di vista contabile da un lato e gestionale dall’altro, non favorisce assolutamente l’autogestione, anzi………..

Bisogna avere senso di responsabilità, e cautela nell’assumere decisioni azzardate, non a caso mi meraviglia tantissimo l’atteggiamento dell’amministratore, il quale, secondo il mio parere, farebbe meglio a tacere.

C’è un buco contabile da colmare (3.300 € + 1.800 € = € 5.100)e/o da recuperare in parte, c’è la necessità di deliberare un fondo cassa ad hoc per evitare di spalmare le morosità esistenti sui condomini solventi e tanto altro, per cui qualcuno, all’altezza del compito, dovrà pure gestire il condominio!!!

Vuole, forse, che tutti i 7 partecipanti si interessino contemporaneamente della gestione del condominio?

Le chiedo:

1 – Chi nominò l’amministratore? L’assemblea o il costruttore?

2 – Esistono le tabelle millesimali e i bilanci preventivo e rendiconto?

3 – Esiste il Codice fiscale intestato al condominio senza il quale non è possibile volturare le utenze di acqua – luce e gas?

4 – La polizza assicurativa GLOBALE FABBRICATO, chi l’ha sottoscritta?

Lo sa che la polizza ha validità un anno, per cui può anche essere disdetta dando un mese di preavviso?

5 – E’ stata istituito il Registro di ANAGRAFE condominiale?

Ha visto quante domande alle quali dare una risposta certa e credibile?

L’autogestione é in grado di fornire risposte concrete?

L’autogestione è in grado di redigere i bilanci preventivo e consuntivo e ripartire le spese per tabelle millesimali?

Soprattutto, chi dovrà fare tutto questo rinunciando all’amministratore per risparmiare il compenso consequenziale di circa € 600,00 lordo annuo?

E’ su questo che vi dovete confrontare non sul NULLA!!!!, naturalmente se non volete mandare in malora condominio e proprietà private.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Antenna TV e locazione Successivo Subentro in proprietà ed uso ascensore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.