Riduzione spese riscaldamento

Salve, le scrivo in merito al regolamento del condominio dove vivo ed ad una proposta fatta in merito al riscaldamento.

Avendo il riscaldamento centralizzato a gasolio è stata fatta la proposta di stabilire un minimo di 150 ore a testa di riscaldamento per abbassare il costo orario del gasolio.

questa proposta è stata fatta in base al regolamento che cita:

“ogni unità che usufruisce del servizio ha un onere minimo di riscaldamento di 5°C imposto da misure precauzionali per la conservazione dell’impianto.”

All’uopo i termostati vengono bloccati sul minimo di 5°C’

Ora, io ho una stufa che mi permette di non usare il riscaldamento ma di usare solo le mie legne, quindi ritengo che una volta pagata la mia quota fissa più le spese di manutenzione, io non sia tenuta a dover accollarmi 150 ore per abbassare i costi degli altri condomini.

La loro proposta ha valenza?

in casa mia non ci saranno mai meno di 5 gradi, mai scatterà il termostato perché viene comunque riscaldata. La ringrazio

Gentilissima signora, buona sera.

Il fatto che lei abbia un camino è ininfluente nei confronti e del condominio e del regolamento, infatti è proprio il regolamento a dettare le regole, le quali, a mio avviso, possono essere, a maggioranza migliorate e finalizzate al risparmio, per cui la sua iniziativa di utilizzare un diverso tipo di riscaldamento senza per questo essersi DISTACCATA, secondo la normativa vigente, oltre a dover pagare a quota fissa, deve rivolgersi all’assemblea perché assuma una decisione in merito.

Se è la maggioranza ad aver deliberato, non credo che la possa spuntare, tuttavia ne parli anche con un avvocato mostrandogli regolamento e delibera.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Aumentano le ristrutturazioni Successivo Uso terrazzo per parabole sky

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.