Revocare l’amministratore per ritardata presentazione bilanci

Gent. sig. Terracciano,
il nostro amministratore non ha ancora presentato il consuntivo per  l’anno 2010, si può chiedere la revoca in base all’art. 1129 oppure c’è  ancora da aspettare che finisca il 2012? Grazie Cordiali saluti.

Egregio lettore, buon giorno.

Il 3° comma dell’articolo 1129 del codice civile recita:

Può altresì essere revocato dall’Autorità Giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, se per DUE anni non ha reso il conto della sua gestione, ovvero se vi sono fondati sospetti di grave irregolarità.

In pratica è possibile ricorrere all’Autorità giudiziaria, visto che i consuntivi relativi agli esercizi contabili degli anni 2010 e 2011 non sono stati ancora presentati.

Tuttavia, dato che siamo alla fine del terzo esercizio contabile, relativo al 2012, ritengo che sia meglio attendere almeno fino a marzo 2013, dato che dopo la chiusura dell’attuale esercizio l’amministratore ha, di solito, 90 giorni per presentare i bilanci.

Poi, se mi consente, i ritardi possono anche essere giustificati da impegni extra dell’amministratore, questo perché tante volte trattasi di professionista che svolge anche la professione del commercialista e/o dell’avvocato, per cui si tiene conto soprattutto della persona ancora prima di “”crocifiggerlo””, tra virgolette.

Infine, la revoca è meglio “”programmarla”” , nel senso  che prima bisogna approvare i bilanci e dopo revocargli l’incarico.

Guai a pensare di revocargli l’incarico prima della presentazione dei bilanci, ne scaturirebbe il CAOS, si creerebbe il BUCO CONTABILE di sicuro!!!

Attenzione, fare molta attenzione, perché poi gli errori sono ECONOMICI e GRAVI.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Mancata convocazione alle assemblee Successivo Scale condominiali

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.