Revoca e nomina amministratore

Egr. Geom. Terracciano, mi trovo nella stessa situazione della signora che Le scrisse la seguente richiesta:

http://abcrisparmio.soldionline.it/network/condominio/prassi-per-cambio-amministratore-senza-ricorrere-al-giudice.html

noi avremmo già individuato il nuovo amministratore, (dobbiamo solamente provvedere a verbalizzare il tutto) purtroppo né quest’ultimo, né noi condomini, riusciamo a contrattare l’amministratore uscente…come possiamo fare?
Un’altra domanda: cosa intende per prima e seconda convocazione?
Grazie mille per la risposta che vorrà inviarmi. Cordiali saluti.
Egregio lettore, buon giorno.
Avendo già individuato il nuovo amministratore, il percorso da seguire, per arrivare alla sua nomina, dovrebbe essere da questi intrapreso, agendo dall’esterno, quindi non comparendo ufficialmente, per agevolare il compito a tutti voi.
Non a caso leggo che ha cercato di contattare il vecchio amministratore senza per questo riuscirci.
Quello che bisogna fare è presto detto:
Va compilata, così come spiegato nella risposta che ha letto sul blog vita di condominio, la presente richiesta di convocazione:
RICHIESTA di CONVOCAZIONE
di ASSEMBLEA STRAORDINARIA

RACCOMANDATA R.R.

Alla cortese attenzione dell’AMMINISTRATORE
Sig.………………………………………………………..
Del Condominio
Sito in  Via ……………………….n…………………..
CAP                                CITTA’

Oggetto: RICHIESTA CONVOCAZIONE STRAORDINARIA ASSEMBLEA

I Sottoscritti Signori Condomini di codesto condominio da Lei amministrato, XXXX, (mill……),YYYYYY ………  (mill. ….), ……………. (mill. ……), ………………. (mill. …..), ……………(mill………), ……………… (mill. …..), …………… (mill. ……..), …………..  (mill. …….),  rappresentanti complessivamente n°. ……….millesimi del valore dell’edificio, chiedono, ai sensi dell’ ex art. 66 disp.att. cod.civ., che venga convocata urgentemente, in via straordinaria, l’assemblea del condominio per deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

1)    …………………………………………………..
2)    ……………………………………………………
3)    ……………………………………………………

Qualora Lei non provveda entro 10 giorni a evadere la nostra richiesta provvederemo noi alla convocazione stessa.

Distinti saluti          (firme di tutti i condomini  proponenti)

Data lì…/…/…

Richiesta che va inviata, per raccomandata a/r, all’ULTIMO DOMICILIO conosciuto dell’ amministratore, questo a prescindere se è reperibile o meno.
Trascorsi 10 giorni, con l’aiuto del futuro amministratore, provvederete all’auto convocazione, auto convocazione che firmerà lei, come se da lei partisse l’iniziativa.
L’auto convocazione dovrà prevedere sia la prima che la seconda convocazione.
L’amministratore saprà sicuramente cosa fare, infatti dovrà anche presenziare all’assemblea affinchè possa essere gestita correttamente.
Sono e rimango a sua disposizione per altro le possa occorrere.
Cordialmente
Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Abilitazione professionale e fatture Successivo Uso cantine a turnazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.