Revoca amministratore

Buonasera.

Potrebbe cortesemente suggerirmi i passi da seguire per revocare il

mandato al nostro attuale amministratore di Condominio?

Non ci sono ragioni particolari, se non un generale disinteresse dovuto

all’età (83 anni) e a troppi stabili da seguire.

Siamo un grosso condominio con portineria e il mandato scadrebbe

orientativamente a settembre 2011.

Grazie mille,

buona serata

Vincenza D’Agostino

Gentile Lettrice, signora Vincenza, buona sera.

Assuma lei la seguente iniziativa, compilando la richiesta di convocazione allegata alla presente.

La compilazione richiede che siano almeno due condomini, i quali devono rappresentare almeno 1/6 del valore dell’edificio, quindi 167 millesimi, i proponenti, oppure più di due fino a raggiungere i 167 millesimi, preposti a firmare la richiesta dopo aver riportato i loro nomi, cognomi e millesimi di proprietà, specificando, poi, il totale dei loro millesimi e apponendo la firma in calce, senza dimenticare di apporre la data.

L’amministratore, una volta ricevuta la raccomandata, ha l’obbligo giuridico di convocare, entro 10 giorni, l’assemblea, pena l’auto convocazione.

Potrebbe anche rinunziare sentendosi “”sfiduciato””, per cui si passerà alla seconda fase, ovvero all’auto convocazione.

E’ superfluo aggiungere che bisogna presentarsi in assemblea già muniti del nominativo del nuovo amministratore e del suo relativo compenso.

Sarà il nuovo amministratore, al quale sarà data notizia della sua nomina anche dallo stesso Presidente dell’assemblea o dal condomino che l’ha proposto ad interessarsi di tutti i problemi relativi al passaggio delle consegne tra vecchi amministratore e nuovo amministratore.

Da tenere presente che in assemblea, sia per la revoca che per la nomina, sarà necessaria la maggioranza degli intervenuti o intervenuti per delega, la quale deve rappresentare almeno 500 millesimi, diversamente il vecchi amministratore rimarrà in carica in prorogatio imperii, con tutti i suoi pieni poteri.

Insomma l’assemblea deve essere preparata a “”tavolino”” onde evitare brutte sorprese dovute soprattutto agli eterni assenti.

Cordialmente

Geom. Oreste Terracciano

RICHIESTA di CONVOCAZIONE

di ASSEMBLEA STRAORDINARIA

RACCOMANDATA R.R.

Alla cortese attenzione dell’AMMINISTRATORE

Sig.………………………………………………………..

Del Condominio

Sito in  Via ……………………….n…………………..

CAP CITTA’

Oggetto: RICHIESTA CONVOCAZIONE STRAORDINARIA ASSEMBLEA

I Sottoscritti Signori Condomini di codesto condominio da Lei amministrato, XXXX, (mill……),YYYYYY ………  (mill. ….), ……………. (mill. ……), ………………. (mill. …..), ……………(mill………), ……………… (mill. …..), …………… (mill. ……..), …………..  (mill. …….),  rappresentanti complessivamente n°. ……….millesimi del valore dell’edificio, chiedono, ai sensi dell’art. 66 disp.att. cod.civ., che venga convocata urgentemente, in via straordinaria, l’assemblea del condominio per deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

1) REVOCA AMMINISTRATORE E NOMINA NUOVO E SUO COMPENSO LORDO ANNUO, FISSO ED INVARIABILE.

Qualora Lei non provveda entro 10 giorni a evadere la nostra richiesta provvederemo noi alla convocazione stessa.

Distinti saluti          (firme di tutti i condomini  proponenti)

Data lì…/…/…

Precedente Ripartizione talune spese in condominio Successivo Appalto giardinaggio e pulizie

Un commento su “Revoca amministratore

  1. Fabiana il said:

    Salve, avrei alcuni quesiti:
    – la richiesta e l accettazione dii una percentuali sui lavoro straordinario deve essere scritta?
    – come si procede se sopravviene una revoca all amministratore nel momento di lavori straordinari( rifacimento tetto)?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.