Rate preventivo scadute

Salve, credo che l’amministratore del nostro condominio mi vuol fare fuori in tutti i modi:
in breve, gennaio 2013 mi fa’ un decreto ingiuntivo chiedendo 8.600 euro per le spese straordinarie scadute, più altri mille per le spese legali quindi un decreto di 10.000 euro che sono riuscita a pagare a fine estate (settembre) interamente. poi, ad ottobre mi chiede altri 6.600 per le spese legali,lo stesso, anche se ho pagato, e mi manda all’asta, dato che ha fatto fare anche il pignoramento gia’ ad aprile scorso, (fissata prima udienza per 10 dicembre di quest’anno) arriva poi il bilancio dov’e lui fa’ vedere che vuole ca. 2.000 euro divisi in 3 rate
1 con scadenza a gennaio
2 con scadenza a marzo
3 con scadenza a fine aprile
gli faccio avere 1.000 già a gennaio, ma poi niente più mi arriva il CTU a casa, capisco che non. mi darà tregua, lo chiamo per vedere se possiamo accordarci con le spese legali e lui invece di rispondermi mi fa capire che mi prepara un altro decreto nel frattempo ha fatto delle spese urgenti e mi dice che farà anche il reparto a breve ho dissentito, ma inutile, quindi sono a chiederle un parere e sopratutto quanto tempo ho avrei a disposizione per pagare le rate del preventivo, dopo la scadenza per me si tratta di vero e proprio mobbing l’avvocato ha fatto a tanti la diffida ma solo con me ha proseguito.
Gentile lettrice, buon giorno.
L’amministratore deve garantire la corretta gestione condominiale sia per la parte contabile che per quella relativa a uso e disciplina delle parti comuni.
Ritenere un atto persecutorio quello dell’amministratore nei suoi confronti è una tantino eccessivo se non azzardato.
Quando l’amministratore si trova di fronte alle morosità di taluni condomini, e le morosità si consolidano nell’arco di qualche mese,deve iniziare subito un’azione di recupero, a mezzo decreto ingiuntivo, in quanto i condomini SOLVENTI lo metterebbero alle strette e non coprirebbero quelle morosità in attesa di……………
Quando i bilanci vengono chiusi, i tempi per onorare i versamenti sono quelli previsti in quel condominio, i quali sono sempre, per i debiti da bilancio consuntivo, circa 7 giorni, mentre le quote risultanti dal preventivo vanno versate entro la scadenza prevista.
Quindi non parliamo di mobbing e/o stalking e non crocifiggiamo l’amministratore solo perché cerca di fare il suo dovere.
Cordialità
Geom. Terracciano
Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Imu, chi paga e chi no Successivo Gli attici preferiti dai 30-40enni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.