Rallenta la flessione dei mutui

Ancora in flessione i mutui per l’acquisto dell’abitazione erogati nel secondo trimestre del 2013, pari a 5.809,86 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre del 2012 si registra una variazione delle erogazioni pari a -16,3%, per un controvalore di 1.130 mln di euro. È quanto emerge dai dati riportati nel Bollettino Statistico III-2013 pubblicato da Banca d’Italia nel mese di Ottobre 2013. Un trend che perdura dall’inizio del 2011. Dal secondo trimestre 2012 si nota un miglioramento del quadro complessivo del mercato del credito che, seppur sempre in contrazione, dà i primi segnali di una leggera ripresa verso una situazione di maggiore stabilità.

Domanda debole –  La bassa fiducia dei consumatori e la precarietà del mondo relativo rendono debole la domanda di mutui. I costi di approvvigionamento sui mercati interbancari restano a valori elevati, seppur in miglioramento rispetto a qualche mese fa, e influenzano il costo dei prodotti finali.

Dopo il forte calo della domanda di mutui che si è perpetrato per tutto il 2012, dall’inizio del 2013 la contrazione sta rallentando. Secondo CRIF e il suo sistema informativo EURISC, nel mese di Settembre 2013 le richieste di finanziamento mutui da parte delle famiglie hanno registrato un aumento quantificabile nel +7% rispetto ad Agosto 2012, che prosegue il trend positivo iniziato nei due mesi precedenti. Nei primi nove mesi del 2013 il calo si è attestato al 6,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Più mutui in Lombardia – La Lombardia è la regione che sempre maggiormente contribuisce ai volumi nazionali arrivando al 24,27%, seguita dal Lazio con 13,17% e dal Veneto con 9,22%. Insieme contribuiscono per poco più del 46% dei volumi erogati a livello nazionale.

In calo il ticket medio di mutuo – Attraverso la base dati interna all’Ufficio Studi Tecnocasa è stata analizzata la tendenza rispetto alla quantificazione media dell’importo di mutuo. Nel secondo trimestre del 2013, a livello nazionale, è stato rilevato un calo del ticket medio di mutuo rispetto a quanto era stato rilevato durante il precedente trimestre.

Il ticket medio nazionale si è attestato a circa 107.500 €. Rispetto a quanto rilevato nel primo trimestre 2013 (110.200 €) si è dunque riscontrata una minore quota media erogata per singolo finanziamento. La differenza è pari a circa -2.700 € (-2,5%)

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

 

 

 

Precedente Tecnocasa: prezzi in ribasso Successivo Richiesta consulenza interruzione erogazione acqua

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.