Sistema giusto per destituire un amministratore

Gent.mo Geometra  Terracciano , qualche anno mi sono rivolto ha Lei  ed il suo aiuto e stato prezioso e adesso Le chiederei un altro consulto di come procedere in modo legale e senza danni per i condomini per la seguente situazione, mi spiego meglio:  abito in un condominio con due entrate due scale e due numeri civici diversi. Nella scorsa riunione di condominio per opera di un condomino (che per salvaguardare i sui diritti) le spese di scale ed ascensori sono state divise come pagamento come previsto di legge (prima si pagava tutti lo stesso prezzo). La scala A e composta da 11 inquilini la scala B da 21 inquilini. Siccome l’amministratore non viene ben visto, col suo operare viene considerato un non parsimonioso  la scala B quasi tutti i condomini hanno deciso di non partecipare alla riunione che si terrà a breve  la scala A non è stata informata della decisione della scala B cosa  potrebbe succedere, in pratica, e fra gli assenti abituali e la mancanza di inquilini della scala B non si raggiungerà la maggioranza per nominare o destituire l’amministratore e l’approvazione del bilancio vecchio e la riconferma del nuovo bilancio e le altre piccole cose messe l’0rdine del giorno. COSA accadrà per legge se succede questo Evento: se seduta della riunione condominiale andrà deserta??

Se è possibile vorrei sapere tutti i risvolti possibili con i vari scenari che conseguentemente a tale evento (sedute condominiali deserte) possono succedere.

Si può verificare in seguito a tale decisione  (sedute condominiali deserte) una  maggiore spese per i condomini oppure di distacchi di Gas luce ascensori ecc (se non Pagato) e si può rimanere senza Amministratore?

Secondo Lei quale il sistema GIUSTO e LEGALE per destituire un amministratore questo sopra indicato o c’e qualcos’altro?

Le chiedo scusa per la lettera estremamente lunga, ed in alcuni casi ripetitiva.

La ringrazio in Anticipo per l’attenzione che Rivolgerà alla presente e porgo l’occasione per inoltrare. Cordiali Saluti Francesco

Egregio Francesco, buonasera.

Il condominio è composto da due distinte palazzine, ma  la somma dei condomini è uguale a 32 condomini, quindi devo ritenere che la tabella millesimale di proprietà, occorrente per le maggioranze assembleari, per la ripartizione del compenso amministratore, per la spesa relativa all’assicurazione GLOBALE FABBRICATO, per i lavori di ristrutturazione facciate, per la rete fognaria ed eventualmente per l’autoclave, sia UNICA, ovvero che la scala A e la scala B, sommate, danno 1.000.

L’assemblea, in seconda convocazione per dirsi costituita, deve avere la presenza di 1/3 dei partecipanti al condominio, pari a 32 diviso 3 = 11, e questi 11 devono rappresentare 333.34 millesimi.

Però, con questa maggioranza, si possono solo approvare i bilanci, ammesso che tutti gli 11 siano d’accordo, ma non si può procedere alla nomina del nuovo amministratore.

Naturalmente l’amministratore in carica non può e non deve lasciare l’amministrazione perché rimane in prorogatio imperii con tutti i pieni poteri, in attesa di riconvocare un’altra assemblea.

Se l’amministratore in carica, invece, dovesse, per suoi motivi, dare le dimissioni IRREVOCABILI, due sono le strade da seguire:

1 – Ricorrere al giudice perché provveda a nominare l’amministratore

2 – Consegnare la documentazione a due condomini in assemblea e andare comunque via.

Un’altra strada, nel caso non si riuscisse a portare avanti un’assemblea, è quella che un qualunque condomino può rivolgersi al giudice per chiedere la nomina dell’amministratore giudiziario., ma occorre che si rivolga ad un avvocato.

Ribadisco il concetto che le sedute andate deserte non allontanano l’amministratore che, invece, rimane al suo posto AD INTERIM, come se nulla fosse successo, almeno fino a quando non si costituirà l’assemblea con le dovute maggioranze.

Dico sempre a tutti che le assemblee vanno preparate a tavolino PRIMA e non DOPO, come?

Procurandosi le deleghe.

Cordiali saluti
Geom. Oreste TERRACCIANO

Precedente Controllo conto corrente e contabilità Successivo Riscaldamento autonomo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.