Pulizia scale e potatura a turno tra condomini

Egr. dott. Oreste Terracciano,
abito in un condominio di 4 appartamenti e per varie vicissitudini, abbiamo un Amministratore. Per la pulizia delle scale facevamo a turno, ma non erano mai soddisfatti di come le eseguiva la sottoscritta. Leggendo il suo blog, e non avendo il Condomino un’assicurazione, ho consigliato gli altri condomini di rivolgersi ad una ditta specializzata per la pulizia delle scale e manutenzione giardino condominiale. Purtroppo nel verbale Assemblea 2013 viene scritto: “viene messa ai voti l’istituzione del registro dei turni di pulizia settimanale con l’avvertenza che per i condomini che non effettueranno il proprio turno, verrà automaticamente incaricata una ditta, come previsto dal regolamento condominiale istituito nello stesso anno e che io non ho approvato. Questo deciso a votazione (io contraria).
Il 2/5 ho ricevuto i conteggi per l’esercizio ordinario 2013, ed ho trovato un addebito di euro 366,00 per spese personali, relative a fatture di un’impresa di pulizie e falcio erba, con asporto materiale di risulta e pulizia area.
Secondo lei devo rivolgermi ad un avvocato? Potrebbe consigliarmi? grazie mille.

Gentile signora, buon giorno.

Sulla scorta di questa sentenza non solo si RIFIUTI CATEGORICAMENTE di effettuare le pulizie delle scale e la potatura del verde comune, ma non versi un solo euro perché lei non è assolutamente tenuta a pagare, sempreché non ci sia una DELIBERA UNANIME sottoscritta da tutti, quindi anche da lei:

PULIZIA A TURNO SCALE
Cass. Civile n. 16485 del 22.11.2002
L’Assemblea dei condomini ha la facoltà di decidere in ordine alle spese ed alle modalità di riparto, deliberando l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, ma le è esclusa la possibilità di imporre al singolo condomino l’obbligo di pulire le scale in un dato momento, o di provvedervi attraverso un proprio pulitore. Nel caso l’Assemblea assuma una simile delibera, questa sarebbe radicalmente nulla, avendo i condomini statuito oltre le proprie competenze, violando i diritti del singolo condomino sui quali la legge non consente ad essa di incidere.

Quindi sulla base di questa inequivocabile sentenza si rifiuti CATEGORICAMENTE   di pulire le scale e si dichiari disposta ad affidare l’appalto della pulizia ad una ditta esterna.

Non paghi e basta, anche perché non c’è alcuna DELIBERA UNANIME che la coinvolge automaticamente in quanto firmata anche da lei.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Concetto di lavori urgenti Successivo Otturazione scarichi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.