Problemi di amministrazione

Gentilissimo, ancora una volta approfitto della sua disponibilità per richiedere un suo parere, magari confortato anche da elementi giuridici di Sua conoscenza, relativo ad una problematica che sempre più spesso si verifica nel condominio in cui abito. Sta di fatto che, l’amministratore, continua a convocare l’assemblea per discutere su controversie tra condomini coinvolgendo tutti nelle beghe, spesse volte dettate da incompatibilità o da antipatie personali. E’ mia convinzione che, l’amministratore stesso sia vittima delle pressioni dei contendenti e, non è in grado di far capire di non essere, né lui né i restanti condomini, Giudici o Poliziotti e che ben farebbero risolverle col buon senso e, in ultima analisi, rivolgendosi alla Magistratura.

La ringrazio e Le porgo i più cordiali saluti.

Egregio signore, buonasera.

Le attribuzioni  dell’amministratore sono tutte elencate nell’art. 1130 del codice civile, tra l’altro derogabile, per cui possono anche essere ampliate in un regolamento di condominio CONTRATTUALE, ovvero predisposto dall’unico originario proprietario.

Quello che di fatto si verifica nel condominio ove lei risiede, è soltanto frutto di meschinità nei comportamenti sia di taluni condomini, che sui pettegolezzi ci sguazzano, sia dell’amministratore che dà importanza agli stessi, facendone addirittura argomento di discussione in assemblea.

La risposta da parte dei condomini PERBENE dovrebbe essere quella di non presentarsi affatto a questo tipo di assemblea, dove sono in discussione le controversie tra condomini, così l’amministratore si troverà solo in tutto questo contesto di dicerie pretestuose e litigiose.

Purtroppo, egregio signore, tutti si erigono a giudici di sé stessi, proprio come se volessero imporre le loro leggi, quindi è meglio, molto meglio ignorarli e non scendere mai al loro stesso livello.

L’amministratore non è una persona caratterialmente leale e seria, perché si presta a questo estenuante gioco di invidie e antipatie, quando dovrebbe essere completamente neutrale e consigliare altre forme di tutela, sempreché sia in grado di proporle.

Cordiali saluti
Geom. Oreste TERRACCIANO

Precedente Questioni riguardo all'assemblea condominiale Successivo Problema grate alle finestre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.