Presunta ostruzione colonna montante

Buon giorno Sig. Terracciano, ho letto le varie domande e relative risposte che Le sono state poste e purtroppo non ho trovato quella che assomiglia al mio caso che qui espongo.
Abito in un palazzo con 6 inquilini e due colonne montanti, ciascuna per 3 inquilini. Ad una colonna, è collegato un inquilino al primo piano, che lamenta il muoversi dell’acqua all’interno della tazza, mentre per gli altri due inquilini non accade nulla. Ora l’inquilino chiede che venga effettuato lo spurgo della colonna montante, ma non essendoci nessun segno di otturazione, non capisco il motivo per cui dovremmo sostenere questa spesa. Inoltre in corrispondenza del tombino di ispezione, sito in un garage, è posizionata una tazza da cui al momento non presenta segni di fuoriuscita di nessun liquido.
Volevo chiederle quindi se la richiesta del condomino, di effettuare lo spurgo della colonna, interessa i tre condomini, o il problema è legato alla braga dove si aggancia alla colonna. Grazie.
Gentile lettrice, buona sera.
Deve riferire al condomino che può anche ricorrere all’autospurgo, ma se si dovesse accertare che il problema dipende dal suo sifone del w.c., l’intervento lo paga esclusivamente lui.
E’ superfluo aggiungere che all’arrivo dell’autospurgo deve essere presente altro e/o altri condomini di quella colonna, per l’accertamento delle cause.
E’ successo già altre volte che in seguito al problema denunciato dal condomino l’autospurgo ha risolto risucchiando dal water l’acqua con una bottiglia di plastica, senza per questo utilizzare la manichetta di gomma a pressione e la spesa l’ha sostenuta il condomino e non il condominio.
Cordialità
Geom. Terracciano
Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Tecnoborsa: frena il calo degli acquisti Successivo Chiarimenti su nomina amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.