Pozzo

Gentile Geom. Ho già avuto occasione di rivolgermi a Lei per un problema e spero trovi anche questa volta un po’ di tempo per aiutarmi.

Possiedo al mare una porzione di villino a stella composto da 4 unità abitative perfettamente uguali (nel senso che non abbiamo “nulla” in comune se non i muri di confine). L’unica cosa in comune è il pozzo per l’irrigazione che è stato trivellato dentro al giardino di un condomino. Da li partono i tubi che portano acqua ovviamente non potabile a tutti i giardini e il contratto per l’energia è stato stipulato dal condomino che ospita l’impianto. Quando arriva la bolletta il suddetto condomino ripartisce le spese per 4 e lascia la fotocopia nella cassetta della posta di ciascuno.

Tutto è filato liscio per 20 anni ma adesso un condomino che, come sempre, viene al mare soltanto nei mesi estivi (come noi del resto; gli altri due vi dimorano stabilmente) dice che non intende più pagare la bolletta nei mesi invernali. Fermo restando che secondo me le spese fisse vanno comunque ripartite per 4 parliamo di consumi che nei mesi invernali superano di poco i 2 euro al mese….Loro dicono che oltre ad essere un discorso di principio perché “loro non sono fisicamente-presenti” quindi non vogliono pagare neanche un centesimo hanno detto di aver interpellato anche un avvocato il quale ha dato loro ragione. Io temo che vada a finire in rissa….. Lei che ne pensa?

Gentilissima lettrice buon giorno.

Niente RISSA, il vostro è comunque definito CONDOMINIO ORIZZONTALE, per cui basta chiedere, all’Agenzia delle Entrate, il codice fiscale intestato al condominio e stipulare un regolare contratto di fornitura con tanto di contatore ENEL per la pompa e installare in ognuno dei quattro giardini un sotto contatore per la lettura dei KW consumati da ognuno.

Diversamente, dal momento in cui i due condomini rimangono soli, allora gli altri due dovranno concorrere, per i mesi di assenza, solo per una parte delle quote fisse e non dei consumi.

Tuttavia c’è anche da chiedersi:   nel caso di siccità i condomini assenti lasceranno che le piante si secchino?

Meglio trovare una soluzione condivisa.

Cordiali saluti

Geom. Oreste TERRACCIANO

Leggi per approfondire il problema su facebook

Precedente 2015, l'anno di uscita dalla crisi Successivo Amministratore negligente, cosa fare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.