Parti comuni di condominio non costituito

Salve, innanzitutto complimenti per il sito, vorrei risolvere il mio problema; sono proprietario di un appartamento con entrata indipendente al piano terreno di un edificio composto da 8 unità abitative e 5 proprietari dove non è stato costituito un condominio (un regolamento di condominio), la mia entrata indipendente è stata appositamente recintata dal costruttore sin dalla nascita del fabbricato( quest’ultimo oggetto di sanatoria con foto e piante ma quest’ultime non hanno i distacchi e le corti) e separata dall’accesso alla scala dei condomini. Mi sono accorto che sull’atto notarile non è presente la particella riguardante l’entrata-giardino e i confini non prescrivono la sua esistenza (indicano la strada). Il costruttore è disponibile a rettificare l’atto notarile e relativo frazionamento di particella per assegnarmi quella porzione di terreno, ma la mia domanda è questa: Può il costruttore ( diviso in 500/1000 con il fratello defunto) frazionarmi la particella ed assegnarmela visto che non è stato costituito un condominio? Vi ringrazio in anticipo, Simone

Egregio Simone, certo che può, infatti il condominio non è stato, al limite, mai FORMALIZZATO, ma è COSTITUITO eccome se è COSTITUITO.

Sa quando si costituì il condominio?

Quando l’unico originario proprietario, in questo caso il costruttore, vendette la prima unità immobiliare.

La formalizzazione, invece, avviene con la nomina dell’amministratore, nomina che si concretizza quando il costruttore convoca la prima assemblea per sancire il passaggio delle consegne da impresa a condominio.

Nel vostro caso, per la legge appena approvata, la 220/12, la nomina dell’amministratore non è obbligatoria.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Compravendite: nelle grandi città in testa il trilocale Successivo Locazione soffitta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.