Oltre 7 famiglie su 10 in case di proprietà

In Italia, più di sette famiglie su dieci sono proprietarie dell’abitazione in cui vivono. Il dato è confermato dall’Istat e rappresenta certamente una percentuale elevata rispetto a molti altri paesi europei.

In 10 anni case aumentate dell’11,5% – Al 9 ottobre 2011 le abitazioni occupate da residenti sono 24.141.324. Un aumento  dell’11,5% ,  2.488.036  immobili in più del 2001. Il 28,2% è stato censito nel Nord-Ovest, il 19,8% nel Nord-Est, il 19,8% al Centro, il restante 32,2% nel Mezzogiorno. Lo rileva l’Istat che ha diffuso i nuovi dati definitivi del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni.   In quarant’anni (1971-2011) le abitazioni occupate crescono del 58%. Rispetto al 2001 le case sono cresciute di più nell’Italia Centrale (14,3%), meno al Mezzogiorno (9,5%).  Sempre nel 2011, ammontano a 54.094 gli altri tipi di alloggio occupati da residenti, a fronte dei 23.336 del 2001. Sono le regioni del Sud a presentare il maggior numero di baracche, roulotte o cantine abitate (15.192, 28,1% del totale); nel Nord-Ovest se ne contano 13.161 (24,3%), il 20,7% in Toscana, Umbria, Marche e Lazio, il 13,8% nel Nord-Est ed infine il 13,1% nelle due isole maggiori.

72% di famiglie proprietarie – In media, ogni famiglia ha a disposizione un’abitazione di 40,7 m2, dai 36,8 m2 del 2001, con un massimo in Emilia Romagna di circa 45 m2 e un minimo in Campania di 33,8 m2. L’abitazione di proprietà è  una realtà consolidata nel nostro Paese. Il 72,1% (17.666.209) delle famiglie è proprietaria della casa in cui vive, il 18% è in affitto, mentre il restante 9,9% usufruisce dell’abitazione dove risiede a titolo gratuito o a titolo di prestazione di servizio.

La casa di proprietà cresce al Centro – Il 69% delle famiglie proprietarie di casa risiedono nel Mezzogiorno e il 74% del Nord-Est. Nelle due isole maggiori le famiglie in affitto sono il 14,4% del totale, quota ben inferiore al 20,1% dell’Italia Nord-Occidentale. Per l’abitazione ad altro titolo la percentuale più elevata di famiglie si rileva nelle isole (13,5%), la più bassa invece nel Nord-Ovest (7,7%). Tra il 2001 e il 2011 le famiglie che vivono in abitazioni di proprieta’ aumentano del 13,8%, con un massimo del +16,4% nell’Italia Centrale e un minimo nel Meridione (+9,7%). Quelle che usufruiscono dell’abitazione ad altro titolo crescono del 29,2% (+40,1% nell’Italia Meridionale). Rimane, invece, stabile la percentuale di famiglie in affitto (+0,9%), con l’eccezione del Nord-est dove l’aumento è a due cifre (+12,2%).

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Acquisto programmato: comprare casa è più veloce Successivo Posti auto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.