Nuovo od usato?

Comprare un appartamento nuovo od usato? Tecnocasa valuta  pro e contro dell’acquisto di una casa vecchia o nuova.

Il fascino dell’usato –  Gli immobili usati, soprattutto quelli d’epoca, hanno sempre un certo fascino oltre a vani molto ampi. Il prezzo d’acquisto è certamente più competitivo,  si possono fare buoni affari spuntando dei ribassi di prezzo importanti.  Ma occorre sempre mettere in conto interventi di ristrutturazione, poiché  si compra qualcosa senza poter verificare in che stato sia ciò che non è in vista: strutture, tubature, impianti. In questo caso è bene informarsi prima sui costi, facendosi fare dei preventivi, e poi sulle agevolazioni fiscali sia per i lavori di ristrutturazione che per quelli di riqualificazione energetica (la legge di stabilità le ha prorogate per tutto il 2014: 50% per le ristrutturazioni edilizie e 65% per gli interventi di riqualificazione energetica). E  da non dimenticare eventuali interventi di manutenzione straordinaria e le spese per il riscaldamento (soprattutto per le case con soffitti alti).

Il nuovo si personalizza – Chi decide per il nuovo ha la possibilità di personalizzare l’immobile decidendo la distribuzione degli spazi e il capitolato. La Ducale Spa, società di sviluppo immobiliare del Gruppo Tecnocasa, ha previsto la figura dell’architetto di cantiere che, se richiesto, affianca l’acquirente aiutandolo a plasmare la casa a seconda delle diverse necessità. Le nuove costruzioni hanno, a differenza dell’usato, una garanzia decennale sui difetti di edificazione. (Art. 4 del decreto legislativo n. 122 del 20 giugno 2005). Le nuove case godono di innovative tecnologie impiantistiche, di un design architettonico contemporaneo e  di una dotazione impiantistica e costruttiva molto più performante sia in termini di confort abitativo che di minor costi di gestione nel medio-lungo termine. La strutturazione degli spazi interni ed esterni è più razionale. Il riscaldamento a pavimento, per esempio, oltre a consentire un risparmio economico dovuto ai minori costi di gestione  offre l’opportunità di avere gli ambienti della casa caldi in modo omogeneo, senza l’ingombro dei caloriferi esterni che sono spesso un ostacolo per l’arredo e antiestetici. Tutto questo garantisce minori costi di gestione e maggior confort e qualità abitativa. Anche sulle nuove costruzioni i prezzi sono in ribasso e per cui potrebbero anche in questo caso aprirsi buone occasioni di acquisto.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Revoca amministratore e approvazione consuntivo Successivo Imposta leggera per la prima casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.