Nuovo amministratore

Gentilissimo Geometra,

mi rivolgo nuovamente a Lei per un chiarimento. Non voglio ripetere la storia del nostro costosissimo ascensore per cui abbiamo cambiato Amministratore ed al quale avevamo spiegato la confusione e i problemi che non avevano portato a termine l’installazione.

Abbiamo messo un Legale per difendere i nostri diritti contro fornitori creditori e con l’intervento di un Ingegnere nominato dal nuovo Amministratore – si è riusciti a far funzionare l’ascensore…..ma siamo ancora perseguitati dalle differenze  di ulteriori spese che i fornitori

esigono e dal residuo credito dell’Amministratore che lo esige attraverso i suoi legali…. dopo tutto il caos – costi gonfiati ed il 3% circa di sua competenza. Il nuovo Amministratore non vuole ingerire sullo “zibaldone”creatosi con gli appalti – vuole chiudere  bonariamente

la questione anche con il precedente Amministratore, ma non mette sotto la sua lente le nostre ragioni contabili perchè non di sua competenza….

La nostra incompetenza chi ha condotti allo sbaraglio, ma contabilmente nel lavoro straordinario, puntavamo sulla sua collaborazione!

E’ giusta  questa sua tesi? Dobbiamo noi calcolare le penali e le distorsioni contabili prima di saldare tutti? La nostra è una questione di principi chiaramente espressa…. ma il Nuovo Amministratore ci vorrebbe affidare la documentazione per la rivisitazione ed insiste che dobbiamo essere noi a decidere di saldare saltando il parere del nostro Legale……E’ corretto questo comportamento?

In attesa  di vostra e sempre correttissima risposta saluto cordialmente.

Purtroppo, gentilissima lettrice, la tesi del neo amministratore è oltremodo corretta.

Non ha obbligo alcuno di controllo operato e contabilità del precedente amministratore, non è un revisore dei conti nè una guida per indirizzare i condomini verso la strada da percorrere non essendo un avvocato.

Per eventuali ammanchi ha solo il dovere di chiedere all’assemblea che deliberi una quota straordinaria per colmare il buco di bilancio creatosi.

Lui risponde, dal momento in cui è stato nominato, del suo operato e non del precedente, quindi è bene non  giudicarlo male o superficiale.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Assenza amministratore Successivo Vivere nei più famosi “fashion district”? New York più cara di Parigi e Milano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.