Mutui, timidi segnali positivi

Mutui in crescita. Torna il segno positivo per la domanda di mutui,dopo oltre due anni e mezzo di profonda crisi e di continue flessioni.  Ad agosto le richieste di mutui per la casa sono cresciute del 4,1% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, secondo l’analisi di Eurisc, il sistema di informazioni creditizie di Crif.  “La contrazione nei volumi di richieste rimane ancora molto pesante se confrontata con il dato registrato nei primi 8 mesi degli anni scorsi ma la dinamica negativa si sta progressivamente attenuando, lasciando intravvedere qualche timido segnale di ripresa.”, commenta Simone Capecchi, Direttore Sales & Marketing di Crif.

Stabile l’importo richiesto e la durata – Ad agosto l’importo medio richiesto dalle famiglie è stato di 126.167 euro, stabile rispetto ai dati rilevati nei 7 mesi precedenti.

Anche se oltre il 75% delle domande riguarda cifre intorno ai 150.000 euro. Il 28,4% delle richieste riguarda mutui di durata pari a 25 – 30 anni.    A chiedere un finanziamento per l’acquisto di una casa sono soprattutto coloro(34,1%)  che hanno tra i 35 e i 44 anni, seguiti da coloro (29,1%) che hanno tra i 25 e i 34 anni. “Negli ultimi anni gli italiani si sono maggiormente orientati verso l’affitto e hanno posticipato l’acquisto di immobili residenziali, per non appesantire eccessivamente il bilancio familiare con la crisi. – commenta Capecchi – Inoltre, sempre più spesso hanno preferito utilizzare risorse proprie e i risparmi dell’intera cerchia familiare per finanziare l’acquisto, tanto che solo un terzo delle compravendite è stata sostenuta dall’accensione di un mutuo.“.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Intraprendere l’attività di amministratore di condominio Successivo Condominio privo di amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.