Mutui 100% con la Cassa Depositi e Prestiti

Tassi agevolati e mutui fino  al 100% del valore dell’immobile. Da gennaio partirà  il piano della Cassa Depositi e Prestiti che metterà a disposizione delle banche un plafond di 2 miliardi per l’erogazione di prestiti per l’acquisto della prima casa.

Plafond Casa di 2 miliardi – La Cdp e l’ABI (Associazione bancaria italiana) hanno firmato l’apposita convenzione visto che l’erogazione dei finanziamenti ipotecari avverrà attraverso il sistema bancario

Oltre ai due miliardi di euro di “Plafond Casa”, altri 3 miliardi di euro di obbligazioni bancarie garantite saranno acquistate dalla Cdp al fine di dotare di ulteriore liquidità il sistema.

Il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi, ha affermato che  “2 miliardi saranno messi a disposizione da cassa depositi e prestiti. I cittadini  dal primo gennaio potranno andare a chiedere un mutuo in banca e le banche saranno obbligate a erogarli a tassi agevolati. In più c’è una garanzia fino al 50% del capitale del mutuo. comunque la cassa depositi prestiti  controllerà e i cittadini potranno segnalare (eventuali mancate erogazioni) al Ministero delle Infrastrutture”.

Caratteristiche dei mutui – potranno avere una durata fino a 7 anni per le operazioni di ristrutturazione e di 15 o 25 anni per l’acquisto dell’abitazione principale.

Per le ristrutturazioni potranno essere erogati fino  a100 mila euro, mentre fino a 250mila euro per l’acquisto dell’abitazione principale e fino a 350mila euro per l’acquisto della prima casa con ristrutturazione ed efficientemento energetico.  I finanziamenti sono sia a tasso variabile che fisso e potranno arrivare fino al 100% del valore dell’immobile.

Beneficiari–  I mutui saranno dedicati soprattutto alle giovani coppie, anche conviventi non sposate, ai nuclei familiari con almeno un soggetto disabile, alle famiglie numerose (con almeno 3 figli).

Destinati all’acquisto dell’abitazione principale o alla  ristrutturazione, con accrescimento dell’efficienza energetica, degli immobili residenziali. Gli immobili acquistati dovranno appartenere, preferibilmente, alle classi energetiche A, B o C.

Leggi ancora per approfondire su Facebook

 

Precedente Oneri condominiali dopo compravendita Successivo Come revocare l'amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.