Mercato dinamico nelle grandi città

Mercato dinamico nelle grandi città italiane nel primo semestre 2014. Tutte le principali metropoli della Penisola hanno mostrato volumi in aumento, ad eccezione di Napoli e Bari. Lo stabilisce l’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, sulla base dei dati forniti dall’Agenzia delle Entrate.

Contrazione delle compravendite a Napoli e Bari – La città partenopea vede una contrazione del 16%, mentre il capoluogo pugliese ha subito una diminuzione dell’11,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.  Ottima performance invece per Verona, dove le compravendite sono aumentate del 24,3%. Vanno molto bene anche Bologna e Genova: nel capoluogo emiliano le transazioni registrano +18,8%, mentre all’ombra della Lanterna si è acquistato il 17,5% in più. Come di consueto, la Capitale fa segnare il maggior numero di compravendite (oltre 13.500, quasi il 12% in più), seguita da Milano (con poco più di 8.000 transazioni effettuate). La città meneghina conferma il suo buon andamento, come ormai avviene da quattro trimestri a questa parte, e fa segnare +5,2%.

Prezzi stabili – Sul versante dei prezzi non ci aspettiamo, almeno per il 2014, un rialzo delle quotazioni, quanto piuttosto delle leggere limature verso il basso per tendere poi alla stabilizzazione nel 2015.

case

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Nel Lazio più mutui di importo maggiore Successivo Sul mercato i set de Il Divo e La Grande Bellezza

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.