Maggioranze in assemblea

Buongiorno,  il 22 settembre ho inviato delega all’ amministratore a rappresentarmi  nell’  assemblea del condominio che si è svolta il 30 settembre .  Soltanto il 17  novembre l’ amministratore mi informa che lui non può’ più’ essere delegato e mi invia il verbale dell’ assemblea, nella quale si  esprimono a favore 2 condomini su 6 totali pari a 417 millesimi e contrari  3 condomini pari a 368 millesimi. Benché la maggioranza sia a favore dell’ intervento, l ‘ assemblea decide di sospendere la decisione in attesa di un mio pronunciamento formale . Avrei bisogno di sapere se ciò’ e’ corretto: L’ amministratore non poteva avvisarmi prima dell’ assemblea che la mia  delega non era valida?  Il mio pronunciamento formale scritto può’ invalidare l’ assemblea? I miei millesimi sono pari a 215 Grazie per le risposte che cortesemente vorrà’ fornirmi.

Gentile signora  buon giorno.

Le comunico che nell’assemblea del 29 settembre scorso non c’erano affatto  le maggioranze, infatti se i condomini presenti erano esattamente 6, la  maggioranza è pari a 4 e non a 2, quindi  per lavori straordinari, ritengo che di questo si tratta anche se lei non ha chiarito, occorreva la maggioranza d 4 espressione di 500 millesimi.

La sua delega non ha alcun valore, in quanto la legge 220/12 vieta la delega all’amministratore.

Cordiali saluti

Geom. Oreste TERRACCIANO

Leggi per approfondire il problema su facebook

Precedente Parcheggio disabili: cosa fare se nel condominio non ci sono Successivo L'agenzia immobiliare è il mezzo preferito per la compravendita

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.