Lavori straordinari in presenza di condomino moroso

Buongiorno geom. Terracciano,
in passato ho avuto modo di godere dei suoi preziosi consigli, spero, pertanto, di non tediarla con un’ulteriore domanda. Amministro da poco un condominio di 12 unità che necessita di piccoli lavori di riqualificazione energetica per una spesa complessiva di circa 4.000 euro. Il problema è la presenza di un condomino moroso i cui immobili sono già stati pignorati (non dal condominio) e messi in vendita. Considerando la recente riforma condominiale, come posso gestire al meglio l’aspetto contabile e finanziario dei lavori? Devo costituire, preventivamente, un fondo per i lavori straordinari (art. 1135) da ripartire tra tutti i proprietari per tabella millesimale di proprietà riparametrata, ovvero con esclusione dei millesimi del moroso? oppure devo costituire due fondi: uno straordinario tra tutti i proprietari ed uno ad hoc (Cassazione n. 13631/2001) da ripartire solo tra i solvibili di importo pari a quanto dovuto dal moroso che andrebbe pertanto a finanziare la parte mancante?
Nella speranza di essere stato chiaro, la saluto e la ringrazio anticipatamente.
Caro amministratore, buona sera, intanto riceva i miei più sinceri complimenti per le anticipate conclusioni, infatti lei ha inquadrato correttamente il problema, segno evidente di professionista preparato.

Deve riscuotere anticipatamente tutta la somma occorrente e laddove non dovesse coprirla integralmente per la morosità in essere, non deve fare altro che farsi approvare, con regolare delibera, il FONDO CASSA AD HOC per i motivi che lei conosce e che riferirà ai presenti in assemblea.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Deleghe all'amministratore Successivo Raccolta differenziata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.