Lavori deliberati prima del rogito ma eseguiti doporogiro

Buon giorno chiedo scusa per l’orario ma sto lavorando, avrei due quesiti da
porle:
1 – ho comprato una casa  16/03/2011 e nell’atto di acquisto  del notaio ce
scritto che non ci sono carichi pendenti, ne delibere approvate a carico del
vecchio proprietario (mi riferisco al condominio) tutto confermato
dall’amministratore prima del rogito.
Quando hanno chiuso il bilancio del condominio a dicembre, l’amministratore mi ha chiesto 230 euro per lavori deliberati nel 2010 o 2009  ma eseguiti a giugno 2011. ho chiesto spiegazioni e l’amministratore dice che il debito segue l’immobile ed ora e’ a carico mio e poi io mi devo rifare sul vecchio proprietario, e’ giusto? se si a che serviva la dichiarazione fatta dall’amministratore e inserita nell’atto di acquisto prima del rogito?
2 – ho usufruito delle agevolazioni prima casa posso affittarla? come devo
comportarmi? dove posso trovare delle spiegazioni o circolari in merito?
preciso che ho già portato la residenza nella stessa.
Grazie mille per la disponibilità le auguro una buona giornata.
Egregio lettore, buon giorno.
In pratica gli obblighi che nascono nel momento in cui si vende o acquista una casa, sia per il venditore che per l’acquirente,  sono quelli che scaturiscono dall’ex articolo 63 delle disposizioni attuative del codice civile, ovvero che chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente.
Salvo, poi, rifarsi sul venditore.
La questione posta da lei, invece, ha una sua caratteristica, nel senso che se è pur vero che i lavori straordinari sono stati DELIBERATI prima della firma del rogito notarile, è altrettanto vero che sono stati eseguiti DOPO la stipula dell’atto di compravendita, in tal caso chi usufruisce dei benefici delle ristrutturazione è certamente lei e non il venditore.
Diverso sarebbe stato se ci fossero state rate da pagare per lavori già eseguiti, in questo caso avrebbe dovuto pagare il venditore.
In sintesi la spesa la deve sostenere lei, almeno onorare la richiesta pervenutale dall’amministratore, poi, sulla scorta di quanto trascritto tra le righe del rogito a sua garanzia, può rivolgersi al venditore e farsi rimborsare la spesa.
Cordialmente
Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Ripartizione spese ascensore Successivo Condominio unico o diviso?

Un commento su “Lavori deliberati prima del rogito ma eseguiti doporogiro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.