Intestazione fornitura ENEL

Buonasera, innanzitutto mi scuso per il disturbo. Se è possibile, vorrei porLe un quesito. Vivo in un condominio composto da otto appartamenti (8 proprietari). L’unica spesa in comune che abbiamo è quella elettrica. Mio marito ha dato la disponibilità ad intestarsi la relativa utenza enel. Si può fare? E quali potrebbero essere le eventuali conseguenze oltre a quella dell’eventualità che qualcuno non paghi la propria quota? La ringrazio anticipatamente er la disponibilità. Annalisa

Buon giorno gentile Annalisa, riferisca a suo marito che non deve assolutamente intestarsi la fornitura ENEL, la stessa va intestata unicamente al CONDOMINIO.

Basta chiedere il codice fiscale del condominio alla Agenzia delle Entrate, trasmetterlo, poi, all’ ENEL così la utenza sarà sempre o solo a nome del condominio.

Cordialmente

Geom. Oreste Terracciano

 

 

 

 

Precedente Subentro uso ascensore ex novo Successivo Uso esclusivo giardino

4 commenti su “Intestazione fornitura ENEL

  1. Carlos il said:

    Salve.nel mio condominio di 6 appartamenti la bolletta enel delle scale è a nome di mia madre, se i condomini non pagano la loro quota mia madre può chiedere il distacco della fornitura enel senza il consenso degli altri condomini?
    Saluti.

    • condominioaiuto il said:

      PER Carlos
      Buona sera, certamente che si, su questo non nutro dubbio alcuno, comunque sarebbe opportuno che vi riuniste per nominare un rappresentante dei condomini tra voi, così, munito di verbale di nomina e delle deleghe con fotocopia del documento di ogni condomino, si reca presso l’Agenzia delle Entrate per chiedere il CODICE FISCALE intestato al condominio, così sua madre potrà effettuare la voltura da lei a CONDOMINIO.
      Al limite, solo per una questione di ignoranza in materia, consiglio a sua madre di recarsi presso l’Agenzia delle Entrate per esporre il caso e ricevere la procedura per volturare l ‘UTENZA.
      Non dimenticate che il condominio composto da soli 6 partecipanti è COMUNQUE condominio con la C maiuscola.
      Cordialmente
      Geom. Oreste Terracciano

  2. Andrea il said:

    Salve vorrei porle una domanda..
    In un condominio di 4 appartamenti e quindi 4 proprietari in cui solo un proprietario abita fisicamente in quel condominio, la luce della scala e le manutenzioni come far dipingere la scala è giusto farla pagare anche agli altri 3 proprietari o deve pagare solo il condomine che ci abita??
    Grazie in anticipo per la risposta

    • condominioaiuto il said:

      PER Andrea
      Buon giorno Andrea, mai confondere la presenza dei condomini con l’immobile, infatti è il valore di ogni unità immobiliare rispetto al valore dell’edificio quello che conta.
      Poi, egregio Andrea, il condominio composto da soli 4 partecipanti, a prescindere se abita solo uno di loro o tutti e quattro, è CONDOMINIO con la C maiuscola, quindi obbligato, nel caso di pitturazione vano scale, a deliberare in assemblea FORMALMENTE convocata da uno dei quattro, diversamente la pitturazione la paga chi prende UNILATERALMENTE l’iniziativa.
      Tutte le spese vano sempre e solo ripartite tra voi quattro, a prescindere da chi abita o da chi non abita.
      La Legge 220/12 NON fa distinzione alcuna.
      Cordiali saluti
      Geom. Oreste Terracciano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.