Ingombro portici

Egregio Geom. Terracciano,un consiglio, nel mio condominio, che gestisco vi e’ un’attività’ commerciale (cartolibreria) che il proprietario  del locale ha dato in gestione.

davanti  alla cartoleria, vi sono i portici che sono parte comune a tutti i condomini, e lui mette dei contenitori  di esposizione e davanti vi e’ un  posteggio condominiale assegnato  a sua volta al proprietario,che  al posto della sua macchina  ha messo due vasi di piante di palma nana, e la macchina la mette un po’ qua un po’ la ‘ dove trova il posto libero assegnato ad altri condomini.

alcuni condomini si lamentano che gli spazi condominiali debbono essere sgombri,compreso i portici. piu’ volte richiamato da me  ,dice che i vasi abbelliscono l’ingresso del negozio, e che lui ha un’attività’ commerciale e deve vivere. cosa posso fare?  per la normale convivenza?  grazie ancora  e distinti saluti Michele

Egregio amministratore, buona sera.

Non credo affatto che ci sia una clausola nel regolamento di condominio convenzionale che vieti in maniera categorica di occupare parte dello spazio antistante il locale commerciale, anche se porticato comune.

In virtù dell’articolo 1102 del codice civile, ciascun partecipante può servirsi della cosa comune purchè non impedisca agli altri condomini di farne parimenti uso.

Il commerciante, si sa, da sempre, cerca di vendere e per farlo deve mettere in mostra i suoi articoli “”gioielli””, quelli che normalmente attirano l’attenzione dei passanti, basta circolare per la mia bella Napoli per rendersene conto, quindi bisognerebbe quanto meno chiudere un occhio.

I condomini, purtroppo, pensano sempre che qualunque iniziativa del singolo debba essere sottoposta alla discrezionalità dell’assemblea, invece non sempre è così.

Per il posto auto, occupato dai vasi di piante e non da auto come dovrebbe essere, bisogna fargli capire che NON può e NON deve occupare altro posto destinato ad altro condomino, perché così facendo viola i diritti del singolo sui quali la legge non gli consente di incidere in nessuna maniera.

L’auto, volente o nolente, la deve parcheggiare FUORI, sulla strada pubblica.

Diversamente è bene rivolgersi al CONCILIATORE.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Contratto locazione transitoria e cedolare secca Successivo Calcolo oneri accessori affitto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.