Infiltrazioni dai balconi superiori

Buonasera, geometra Terracciano.

In due camere del mio appartamento, ristrutturato da circa due anni, nel giro di una sola notte ed a causa delle forti piogge di questi giorni , si sono formate delle evidentissime macchie scure  sui muri.

Ho contattato l’inquilino del piano di sopra, che sta effettuando lavori di ristrutturazione, il quale è venuto con gli operai che lavorano nel suo appartamento e mi hanno detto che l’infiltrazione è dovuta ai suoi balconi. I quali o causa dell’usura o causa dei lavori che sta effettuando, ma questo lo sa solo lui, presentano delle crepe che causano l’infiltrazione dell’acqua nei muri del palazzo. Questo problema non l’ho mai avuto ed abito in questo appartamento dal 1998.

Lo stesso amministratore del condominio, venuto con un suo tecnico, ha detto che le infiltrazioni dipendono dal balcone dell’inquilino del piano di sopra.

Dunque l’amministratore dice che poiché il balcone è privato la ristrutturazione spetta all’inquilino. Ma come posso controllare che l’inquilino compia i lavori a regola d’arte. Mica posso entrare in casa sua.

Inoltre i danni che ho ricevuto chi me li deve risarcire l’inquilino o l’assicurazione del condomino? Saluti

Egregio lettore, buon giorno.

Da geometra, leggendo il quesito, non posso che confermare l’ipotesi avvalorata sia dagli operai che dal tecnico, quindi, prenda atto, che deve affrontare il problema, causa del malanno sulla mura del suo appartamento, esclusivamente con il proprietario del balcone aggettante, lo stesso dicasi per il risarcimento dei danni.

Senza perdere ulteriore tempo, invii, o faccia inviare da un avvocato, una lettera raccomandata a/r al condomino del piano superiore, descrivendo dettagliatamente il malanno riscontrato e le ipotesi più attendibili di interventi a pena di ricorso al giudice.

Ancora prima di scrivere la lettera si faccia stilare, da una ditta di sua fiducia, un preventivo per il ripristino dei luoghi a regola d’arte, così indicherà anche l’ammontare dei danni subiti e da risarcire, lasci perdere l’assicurazione del condominio perché non c’entra nulla.

Per concludere, lei non deve controllare se i lavori al balcone vengono eseguiti a regola d’arte, questo è un problema del condomino, il quale ha tutto l’interesse a che la cosa non abbia a ripetersi dopo qualche anno.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Condomino accusato di rumori molesti dal vicino Successivo Inversione di tendenza per la domanda di mutui

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.