Imu, chi paga e chi no

A pagare l’Imu quest’anno, il prossimo 16 giugno, saranno i proprietari di prime case di lusso e di immobili diversi dall’abitazione principale.  La famigerata Imu infatti è stata sostituita dalla Tasi, l’imposta sui servizi indivisibili.

Chi la paga – Pagheranno i proprietari di  prime abitazioni di lusso appartenenti alle categorie  catastali A1, A8 e A9.

Chi ne è esente- Per il 2014, l’Imu non è dovuta per la prima casa  non di lusso, eccetto abitazioni di tipo signorile, ville, castelli e palazzi di eminenti pregi artistici o storici. Ne sono esenti anche le case date in comodato d’uso a figli o parenti stretti  e gli alloggi sociali, le cooperative edilizie a proprietà indivisa, la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, l’immobile posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente delle Forze armate e di polizia e da quello appartenente alla carriera prefettizia, che sono domiciliati in comuni diversi da quelli in cui hanno l’abitazione principale .

Come si calcola-  La rendita catastale dell’immobile (valore trascritto nell’atto notarile di compravendita) va rivalutata del 5% e costituisce la base imponibile. il valore così ottenuto si moltiplica per il coefficiente (che per le abitazioni è 160) e a queste si applicano le aliquote decise dai comuni.

 119102054

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Nomina di un parente come amministratore Successivo Rate preventivo scadute

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.