Gli italiani investono nel mattone straniero

Oltre confine la casa si compra di più. Secondo l’Ufficio Studi di Immobiliare.it le compravendite all’estero negli ultimi 2 anni hanno visto una crescita dell’11%.    «Negli ultimi anni – spiega Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Immobiliare.it – il fenomeno di acquisto di immobili all’estero ha assunto una valenza sempre più significativa, perché trainato da diversi ordini di fattori: in primis c’è la volontà di investire in immobili dal ritorno certo; poi vi è il desiderio di acquistare la casa perfetta per le vacanze, magari un “buen retiro” per quando si sarà in pensione; infine, la volontà di aiutare i figli, che sempre più si trasferiscono all’estero per trovare lavoro.».

Investire nel mattone londinese conviene – Londra da sempre attrae capitali dall’Italia, di certo comprare nella City ha un costo elevato, ma possedere un immobile all’ombra del Big Ben equivale ad un vero e proprio assegno circolare. Si tratta di un investimento a basso rischio, se non addirittura nullo e per questo scelto da molti. Come è facile intuire, la Gran Bretagna è una delle nazioni in cui si concentrano anche gli acquisti per i figli “in fuga” lavorativa.

Dalla Germania alla Costa Azzurra – Anche in Germania gli investitori italiani acquistano immobili, soprattutto a Berlino e a Monaco di Baviera, la regina degli investimenti negli immobili di alta gamma.

La nuda proprietà in Costa Azzurra – In Costa Azzurra, invece, gli acquirenti puntano alle nude proprietà, tipologia di vendita che recentemente è cresciuta anche in Italia e che in Francia rappresenta una realtà di investimento ormai consolidata da tempo.

In Messico e negli Usa–  In Messico investire nel mattone è vantaggioso  per la fiscalità vantaggiosa, studiata appositamente per attirare gli investitori esteri, mentre  gli investimenti  nel mattone di lusso si indirizzano verso la Turchia e gli Stati Uniti, soprattutto a New York.   Negli Usa gli italiani acquistano casa  per i figli che lì si trasferiscono per studiare e, poi, vivere e lavorare. Non necessariamente nella Grande Mela; molte, ad esempio anche le case comprate nell’area della Silicon Valley californiana.

Costa del Sol e le Canarie, buen retiro per i pensionati –  Gli acquirenti di età più avanzata investono la pensione nel mattone straniero, alla ricerca di “paradisi” in cui vivere la vecchiaia. Spagna e Portogallo hanno addirittura creato leggi ad hoc per attirare gli investitori immobiliari  strizzando l’occhio agli over 60. Ecco quindi che aree come la spagnola Costa del Sol o le Isole Canarie hanno visto crescere il numero degli acquirenti provenienti dal nostro Paese.

spese casa

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Giardinaggio in condominio Successivo Concesso il 10% in meno del mutuo richiesto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.