Gestione condominiale dubbia

Salve Sig. Terracciano, approfitto nuovamente della sua gentilezza per questo problema che riguarda i miei genitori.

Abitano in un condominio di 12 appartamenti, 1  edificio piuttosto vecchiotto dove fornitura di  gas, luce ed acqua vengono  da un sistema  interno centralizzato e non individuale.

Le bollette dei consumi arrivano quindi direttamente all’amministratore condominiale.

Ci sono 3 condomini  che da  un paio di anni non pagano  piu’ le loro spese e l’amministratore  ha sempre dato loro fiducia invitandoli a provvedere  non appena possibile.

E’ stata  la banca stessa  presso la quale il condominio ha  il conto corrente aperto  che  ha anticipato i  soldi per tutto questo periodo  per coprire le  spese di questi 3  condomini ma poco tempo fa  invece ha fatto fare una riunione perche’ vuole coprire  subito il debito  che continua ad esserci  perche’ questi  signori continuano a non pagare nulla alla stessa.

Le spese, anno dopo anno,  sono ovviamente diventate una somma importante  ed ora  l’amministratore che  dice di aver  gia’ fatto tutto quanto possibile presso i debitori (si e’ sentito dire che la banca avrebbe gia’ ipotecato tutti i loro beni materiali e controllato se lavorano oppure no), ha convocato  appunto in riunione le altre 9 famiglie presentando loro la lista dei debiti accumulati dalle 3 famiglie morose.

L’amministratore fa  loro sapere  che la legge obbliga chi vive nel condominio ed usufruisce di gas, luce ed acqua,   a pagare anche le spese di questi condomini che non ne vogliono sapere di pagare nulla, così ,  solo perche’ non hanno  un lavoro fisso e devono prima di tutto  mangiare,  etc. etc…..

Io mi chiedo,  come e’ possibile che ci si debba sempre rifare sulle persone piu’ deboli ?  Parliamo di pensionati  compresi i miei genitori che fanno fatica ad arrivare a fine mese ma pero’  hanno sempre messo davanti a tutto il resto le spese come appunto gas, luce ed acqua.

Questo sistema  di risolvere i problemi, se e’ vero quanto riportato dall’amministratore, fa sì che venga voglia anche alle persone piu’ responsabili che possano  esistere,   di smettere di esserlo e di dire “ma chi me lo fa fare di essere  un onesto, preciso cittadino che paga le sue spese……tanto prima o poi ci sara’ comunque  qualcun’altro che paghera’ anche i  debiti al posto mio….”.

Penso inoltre che se questi 9 condomini accettano  questa volta di pagare   i debiti che non sono i loro, da qui in avanti dovranno mantenere per tutta la loro vita queste persone  morose che a questo punto si vedono chiusi i loro debiti dalle altre gentilissime  famiglie e loro

continuano felici a godersi la vita pagando solo per cio’ che piu’ fa   comodo  mentre le antipatiche bollette le lasciano da pagare agli altri  che tanto l’hanno gia’ fatto  1  volta e lo possono fare  anche 2,3,4,5 volte ancora  …. in pratica e’  come  se  firmassero per  accollarsi  una sorta di mutuo che si sa quando comincia  ma non si sa quando finisce…  troppo comodo cosi’  o no?

Per le ragioni sopra elencate ho detto ai miei genitori di non pagare.  Lei cosa ne pensa e come suggerisce di procedere? Un cordiale saluto

Gentile lettrice, buon giorno.

Ho letto quanto accaduto nel condominio ove risiedono i suoi genitori e la cosa che subito mi è apparsa strana, inusuale direi, quindi da accertare, è il comportamento della Banca nei confronti dei condomini morosi e non del condominio, visto che il conto corrente bancario è intestato al condominio e non ad ogni singolo condomino, ma ancora più strano mi è apparso il fatto che la banca abbia anticipato somme per i condomini morosi per 3 anni.

La cosa deve essere accertata, perchè c’è qualcosa di strano oppure l’amministratore ha dichiarato il FALSO.

La banca, nei confronti dei condominii, non concede FIDO, se a questo vogliamo fare riferimento, immaginiamo anticipare le quote condominiali per i morosi……..

Ma a che pro?

La verità va accertata, magari recandosi dal funzionario preposto della Banca per capire fino in fondo come stanno le cose.

Detto questo, è inammissibile al di là di  ogni umana immaginazione che le utenze di acqua – luce e gas siano uniche, intestate al condominio e l’uso è consentito anche in tutte le 12 unità immobiliari!!!!!!!!!!!!!

Potrei capire l’acqua, ma non la luce ed il gas……………..

A questo punto devo dire che oltre ad avere un amministratore incapace, furbacchione e da cacciare, senza se e senza ma,subito, non fra qualche tempo, c’è stata incuria da parte di tutti, in quanto tutti avrebbero dovuto provvedere ad installare i contatori divisionali in ogni unità immobiliare.

In pratica si commette e si continua a commettere un abuso INFINITO, dove è il condominio, in pratica, a vendere energia, acqua e gas ai condomini abitanti nel condominio, quindi siamo fuori da qualunque regola e qualcuno ci marcia sopra, e……come ci marcia!!!!

Laura, il condominio è da RIFONDARE, da RIVEDERE, pertanto i tuoi genitori si dovranno tutelare legalmente e chiedere la REVOCA dell’amministratore.

Bisogna battersi per i contatori divisionali in ogni appartamento, così ognuno pagherà l’effettivo consumo ed ognuno potrà avere il suo contratto di fornitura.

I debiti dei morosi NON possono e NON devono essere spalmati tra i condomini SOLVENTI, ma deve essere costituito un FONDO CASSA AD HOC, così ne risponde il CONDOMINIO.

BISOGNA SCOPRIRE LA VERITA’, perchè la verità non è quella che vi è stata raccontata!!!!!

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Manutenzione fontana pozzo artesiano Successivo Oneri condominiali dopo compravendita

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.