Distacco temporaneo da riscaldamento centralizzato

Gent.le Geom. Terracciano, Le sarei grato poter ricevere un Suo cortese parere sulla base di una recente comunicazione dell`amm. condominiale di uno stabile in cui siamo noi eredi proprietari di un appartamento al momento non abitato e per cui corrispondiamo mensilmente le spese condominiali comprensive anche del riscaldamento centralizzato.

Stando alla comunicazione dell`amministratore, un proprietario di un appartamento nello stabile, nell´ambito di lavori di ristrutturazione ha deciso, come autorizzato dagli ultimi orientamenti della cassazione e dopo comunicazione allo stesso amministratore, di staccare il proprio impianto di riscaldamento da quello centralizzato.

Al proprietario competeranno il pagamento secondo quote millesimali del contratto di di manutenzione annuale della caldaia, tutto ciò che riguarderà gli interventi straordinari di manutenzione ed il 10 % del consumo del gas relativo all`anno 2013. Il proprietario in questione, si assume inoltre la responsabilità di eventuali perdite o danni all`impianto causati dagli interventi all`interno del suo appartamento, per staccare il suo impianto da quello centralizzato.

Ora Le chiedo : io proprietario di altro appartamento, sulla base di questa segnalazione ed accettazione del distacco del proprietario del suo impianto da quello centralizzato, potrei richiedere il distacco provvisorio anche del mio impianto di riscaldamento dal centralizzato ed eventualmente ricollegarmi qualora l`appartamento in futuro venisse nuovamente abitato? Tutto ciò assoggettandomi alle competenze economiche dovute e sopra descritte, cercando così di poter risparmiare sulle elevate spese condominiali, la cui maggior incidenza hanno quelle di riscaldamento, in attesa di un futuro utilizzo dell`appartamento, nel qual caso opterei o meno per un possibile ricollegamento del mio impianto al centralizzato. La ringrazio per l`attenzione e la Sua cortese risposta! Scusi inoltre, se per esporre ogni punto sono stato piuttosto lungo nella mia Email.

Egregio lettore, buona sera.

Per distacco dall’impianto centralizzato del riscaldamento si intende la totale rinuncia al centralizzato, in quanto c’è, nel condomino che lo richiede appellandosi alle sentenze della Cassazione a suo favore, la reale proposizione di installare un impianto autonomo.

Il suo intendimento, invece, è quello di rinuncia TEMPORANEA del servizio dal momento che l’appartamento, appartenente a più eredi, risulta disabitato, situazione questa che potrebbe anche perdurare.

Secondo il mio parere c’è bisogno di una delibera all’unanimità, diversamente è costretto comunque a pagare.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Immissioni di fumo da camino Successivo Rete idrica abusiva e gatti in condominio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.