Dimissioni irrevocabili amministratore

L’amministratore ha indetto un assemblea con il seguente ordine del giorno: 1- Dimissioni irrevocabili amministratore; 2- Nomina nuovo amministratore.
Chiedo cortesemente: A) quali presenze sono necessarie per poter deliberare in seconda convocazione, B) Visto che sono dimissioni irrevocabili bisogna votarle oppure prenderne atto? e se si con quali maggioranze; C) che maggioranze sono necessarie per la nomina del nuovo amministratore? Se possibile mi citi anche articoli e leggi Grazie


Buon giorno, lettore. I condomini tutti, avendo preso nota dell’ordine del giorno, dovrebbero attivarsi per proporre un altro amministratore, in quanto trattandosi di dimissioni irrevocabili, l’amministratore potrebbe anche lasciare tutta la documentazione ad almeno due condomini, sottoscrivendo un regolare passaggio delle consegne, e decidere comunque di lasciare.
Quindi l’assemblea ne prende atto e dovrebbe quanto meno trovarsi preparata con altro nominativo.
Per nominare il nuovo occorre la maggioranza dei presenti in assemblea o presenti per delega la quale deve rappresentare 500 millesimi.
Esempio: se in assemblea ci sono 28 condomini, ebbene, 15 di questi devono avere 500 millesimi.
Articolo 1136 del codice civile.
Per ultimo dico che le dimissioni IRREVOCABILI non si discutono, si deve solo prendere atto e nominare il nuovo amministratore.
Cordialmente
Geom. Terracciano
Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Lavori non deliberati Successivo Divieto parcheggio lungo rampa accesso box

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.