Costituzione assemblea

Oreste le chiedo un chiarimento. Per la validità di una assemblea  condominiale, per esempio in 2^ convocazione si richiede  1/3 del valore  dell’edificio e 1/3 dei partecipanti al condominio. Questo 1/3 di partecipanti  al condominio si intendono numero di persone fisiche che devono essere  materialmente presenti  o comprendono anche quelli rappresentati per delega? Visto che la legge non pone un limite al numero di delega potrebbero mai  per  esempio 4 persone, (in un condominio di 33 soggetti) accumulando deleghe per un  valore di millesimi necessari ad un quorum fare una assemblea condominiale? Saluto cordialmente.

Caro lettore, buon giorno.

1/3 dei partecipanti al condominio è riferito al numero complessivo dei condomini, nel caso esposto n. 33, quindi 11 condomini.

Se il regolamento di condominio contrattuale, ove esistente, non pone limiti alle deleghe, si può anche verificare, per assurdo, che un solo condomino si presenti in assemblea munito di 10 deleghe e oltre 333,34 mill., da solo, almeno per determinati argomenti, può approvare e la delibera consequenziale è legittima sotto ogni aspetto.

Grazie alle deleghe che si possono svolgere le assemblee, diversamente sarebbe il CAOS, l’anarchia e le assemblee si dovrebbero tenere sempre in una aula del Tribunale.

Cordialmente

Geom. Terracciano

Precedente Rumori molesti Successivo Concorso spese ascensore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.