Controllo conto corrente e contabilità

Gentile Geom. Terracciano,
La contatto per avere info riguardo al condominio dove vivo.
Sospetto forti incongruenze sia dal fatto che ci sono lavori senza fattura, i prezzi di tali lavori sono troppo esosi rispetto al valore di mercato, e poi, la cosa più importante che  è poi la mia domanda: è possibile che un condomino, in questo caso io, abbia il diritto di accedere ai movimenti bancari del conto corrente del condominio, dato che penso che ci siano delle anomalie.
Se la risposta è si mi potrebbe dire come fare?
Tenga conto che la situazione è molto delicata e siamo ai  ferri corti.
Grazie per la disponibilità.
Cordiali Saluti

Gentilissima Dottoressa, buongiorno.

In sede di rendiconto annuale, ma direi anche nel corso della gestione, l’amministratore di condominio è tenuto a consentire ai condomini che lo richiedano di prendere visione ed estrarre copia, sopportandone i costi, della documentazione giustificativa delle spese effettuate dall’amministratore, l’esibizione di documenti contabili, degli ESTRATTI CONTO BANCARI e di quant’altro necessario per conoscere, nei particolari, della gestione condominiale.

Questo è stato ampiamente affermato dalla sentenza della Cassazione n. 1544 del 28.1.2004, naturalmente tutto ciò non è ipotizzabile a mezzo posta, si deve, invece, compatibilmente alle esigenze dell’amministratore, concordare preventivamente telefonicamente, un incontro presso il suo studio per VERIFICA CONTABILE, senza, peraltro, che sia necessario specificare per quali ragioni si chieda di prendere visione o di estrarre copia dei documenti.

Se, una volta concordato l’incontro, l’amministratore non avesse la possibilità di fotocopiare i documenti richiesti, il condomino può firmare, per ricevuta, su un foglio una distinta di ciò che ritira e poi provvedere alla riconsegna dopo aver prodotto le fotocopie.

E’ inutile, almeno fino a quando non sarà approvata la riforma del condominio, bloccata in Commissione alla Camera dei Deputati, pensare di poter recarsi in banca e chiedere l’estratto conto bancario intestato al condominio; non sarebbe rilasciato perchè chi ha titolo è soltanto l’amministratore e non altri.

Di situazioni delicate, come da lei definita, ce ne sono tante, quindi non bisogna tentennare e richiedere la VERIFICA CONTABILE e, contemporaneamente, chiedere anche l’esibizione dell’estratto conto bancario AGGIORNATO.

L’amministratore sa benissimo che non può tergiversare sulla richiesta perchè correrebbe il rischio, eludendo la stessa, di essere REVOCATO dall’assemblea, la quale, a norma dell’art. 66 DD.AA. cod. civ. chiederebbe la convocazione straordinaria urgente con un solo argomento da discutere: REVOCA AMMINISTRATORE E NOMINA NUOVO E SUO COMPENSO.

Mi ritenga a sua disposizione, ma anche a disposizione di tutto il condominio per l’eventuale prosieguo laddove non si riscontrasse la disponibilità dell’amministratore alla VERIFICA CONTABILE.

Cordiali saluti
Geom. Oreste TERRACCIANO

Precedente Ascensore installato a posteriori Successivo Sistema giusto per destituire un amministratore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.