Container in posto auto

Gentilissimo geometra Terracciano,
approfitto di quanto letto sul sito  per porgerLe un quesito in merito ad una spiacevole situazione vigente nel mio condominio già da tempo e che mi riguarda in modo diretto.
Mi chiamo Raffaele  e faccio il fabbro; esercito la mia attività in un capannone adiacente ad altri capannoni facenti tutti parte di un unico condominio sito in Paderno Dugnano . Specifico che sono affittuario del suddetto capannone. Il mio vicino, titolare di una ditta di autotrasporti, nonché proprietario del capannone ove esercita l’attività, da più di un anno ha posizionato su uno dei suoi parcheggi esterni un container, al cui interno é stata messa una grossa cisterna contenete gasolio per alimentazione veicoli diesel che viene quotidianamente utilizzato per rifornire i suoi automezzi.
Deve sapere che quando sono stati assegnati i parcheggi esterni di pertinenza di ciascun condomino, i tecnici hanno sfruttato male gli spazi e alcuni dei parcheggi di pertinenza del mio vicino si trovano davanti all’ingresso del mio capannone. Questo signore, naturalmente, ha pensato di piazzare la cisterna proprio sull’ultimo dei suoi parcheggi, che si trova esattamente di fronte all’ingresso del mio capannone. Risultato: la cisterna é a circa 3 metri di distanza dalla mia porta di accesso all’officina ed oltre a costituire pericolo mi rende anche difficoltose le manovre di entrata/uscita del mio automezzo.
Questo è lo stato dei fatti, adesso Le pongo i miei quesiti:
Può questo signore piazzare un contenitore di sostanze pericolose su una superficie che é si di sua proprietà ma che si trova all’interno dell’area condominiale? Lui dice che possiede tutti i requisiti di regolarità ma nessuno dei condomini ha mai visto certificati e/o autorizzazioni.
Nel caso in cui fosse autorizzato a lasciare la cisterna dove si trova attualmente, posso pretendere che la sposti su un altro dei suoi parcheggi in modo che non si trovi davanti al mio capannone?

Tengo a precisare che ho informato l’amministratore del problema ma sono stato liquidato con questa risposta: “Il container é stato posizionato dalla ditta XXXXX su un’area di sua proprietà ed a detta del titolare possiede tutti i requisiti per essere considerato regolare”.

Ma che risposta é?
Non dovrebbe, l’amministratore, preoccuparsi di valutare questi requisiti e predisporre dei controlli? Di questo passo anch’io da domani mi metto a produrre bombe a mano e dico che ho tutti i requisiti per farlo, visto che nessuno si preoccupa di controllare……

Spero di essere stato abbastanza chiaro nell’esposizione dei fatti e confido davvero in una Sua risposta chiarificatrice.

Resto a completa disposizione a questo stesso indirizzo di posta elettronica per qualsiasi ulteriore informazione e con l’occasione la saluto cordialmente.

Nel comunicarmi che furono tracciati e  assegnati i posti auto per  tutti i condomini, seppure con una logica non corretta, secondo il suo parere, ogni condomino può tranquillamente parcheggiare, limitatamente al suo spazio, senza creare alcuna difficoltà di manovra agli altri condomini, ciò che ritiene, anche un container, volendo.

Fatta questa precisazione, la sua è una questione che riguarda due aspetti:

– il primo aspetto è un possibile errore dei tracciati da parte di chi ha progettato i posti.

– il secondo aspetto è che comunque è stato violato un suo diritto, ovvero quello di muoversi agevolmente per l’attività che esplica.

Quindi l’aspetto sicurezza è abbondantemente superato dai permessi che, volente o nolente, dovranno uscire fuori ad una eventuale richiesta del giudice.

Il mio consiglio è quello di fotografare, nel senso letterale della parola, lo stato dei fatti e di rivolgersi ad un avvocato, vista la risposta, alquanto riduttiva, datale dall’amministratore.

Non c’è altro da fare se non litigare, ma il litigio genera solo chiacchiere e non risolve il problema.

Cordialmente

Geom. Oreste Terracciano

Precedente Recupero crediti da condomino moroso Successivo Centralina antenna TV condominiale in proprietà esclusiva

2 commenti su “Container in posto auto

  1. Arch. Simone Nicoletti il said:

    Vorrei aggiungere che, essendo passato un anno dalla sua movimentazione, il container ha ormai assunto una valenza diversa, diventando una sorta di magazzino e come tale necessita (presumibilmente) di permesso a costruire. Inoltre non vengono rispettate neanche le normative, qualora si intendesse ancora come oggetto movimentabile in quanto, come e’ scritto ovunque, un posto auto e’ per le auto. Inoltre c’e’ il problema delle distanze non rispettate e della pericolosita’. Chiami i VVFF e vedra’ che le cose cambieranno immediatamente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.