Contabilizzatori di calore

Egregio Geom. O. Terracciano,

nell’estate del 2011 nel mio condominio, che ha caldaia centralizzata a metano, sono state installate le valvole termostatiche ed i contabilizzatori di calore.

Ho ricevuto il prospetto delle spese condominiali, ma sorprendentemente le spese di riscaldamento sono state calcolate ancora col criterio dei millesimi e non in maniera proporzionale alle calorie registrate da contabilizzatore. Ho chiesto spiegazioni all’amministratore, mi ha detto che dai calcoli 2 condomini avrebbero dovuto pagare spese molto alte, uno dei due ha protestato dicendo che le valvole a suo parere non funzionano e minacciando di andare dall’avvocato. Allora l’amministratore ha utilizzato il vecchio criterio, ha chiesto alla ditta che aveva installato i contabilizzatori, gli hanno risposto che secondo loro tutto funziona ed è il condomino che probabilmente non sa usare le valvole e spreca calore. L’amministratore ha detto che in autunno istruirà i condomini sull’uso delle valvole e dal prossimo hanno si userà il nuovo metodo di calcolo. Io però quest’anno mi ritrovo a dover pagare di più, per tutto l’inverno ero stato attento a non sprecare calore, a me sembra una decisione assurda. lei che ne pensa? In attesa di suo riscontro ringrazio e porgo cordiali saluti

Egregio lettore, buona sera.

A volte taluni amministratori pur sapendo di sbagliare perseverano nell’errore noncuranti dello scontento che potrebbe causare.

E’ il caso dell’amministratore del condominio ove lei risiede, infatti, solo perché uno o due condomini hanno manifestato un personale dissenso sui contabilizzatori di calore, ha deciso di fare marcia indietro e addebitare le spese del riscaldamento con il vecchio sistema, quando, invece, avrebbe dovuto capire da cosa scaturiva il dissenso.

Se, come immagino, la ditta che ha installato i contabilizzatori non ha reso edotti i condomini sul corretto uso, in tal caso non si possono crocifiggere i dissenzienti, naturalmente è tutto da accertare.

Lei, caro lettore, sulla scorta di quanto deliberato in tema di riscaldamento faccia poi valere le sue ragioni nelle sedi che ritiene più opportune, anche in assemblea se vuole.

Cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente A Roma in affitto il loft più piccolo d'italia Successivo Infiltrazioni acqua dal lastrico in uso esclusivo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.