Consumo di acqua conseguente alla rottura di un tubo: è a carico del proprietario o dell’inquilino?

tuboLo scorso anno si è rotto un tubo che porta l’acqua a diverse palazzine tra le quali la palazzina dove io possiedo un appartamento che è locato, il consumo di tale perdita è stato diviso in parti uguali per quanti sono gli appartamenti, premesso che ogni appartamento possiede un proprio contatore, desidero sapere, questa quota è a carico del propietario o dell’inquilino? Grazie
Giovanni

Caro Giovanni, ho sempre accostato, per analogia,  questo evento imprevedibile alla rottura di un flessibile nella casa abitata dall’inquilino.
Il flessibile non viene nella maniera più assoluta manomesso, come diversamente succede, quotidianamente,  con la rubinetteria, quindi USO, e consequenziale sostituzione laddove la riparazione non è sufficiente, quindi la rottura di una tubazione con relativa eccedenza incontrollata dell’acqua è un evento imprevedibile per cui non si può e non si deve addebitare all’inquilino.

Precedente Spese dell'acqua: i contatori per unità abitativa sono obbligatori Successivo L'obbligo delle tabelle millesimali e la loro applicazione della ripartizione delle spese

4 commenti su “Consumo di acqua conseguente alla rottura di un tubo: è a carico del proprietario o dell’inquilino?

  1. Francesco Carola il said:

    Buongiorno, abito in un condominio,in cucina ho un depuratore dell’acqua da un anno circa, di notte si è rotto un tubo acqua del depuratore allagando il mio appartamento e l’appartamento di sotto, posso richiedere i danni alla ditta installatrice del depuratore.
    In tale attesa,cordialmente

  2. Oreste Terracciano il said:

    Egregio signor Francesco,
    ritengo che sia il depuratore ad essere in garanzia, quindi dovrebbe parlare con la ditta che glielo ha montato e farsi chiarire i termini della garanzia, se nella stessa erano previsti anche tuti i componenti, tubi conpresi.
    Cordiali saluti
    Geom. Oreste Terracciano

  3. Vorrei proporVi un infallibile sistema per il rilevamento di perdite d’acqua. SIKUROAQUA infatti monitora l’impianto 24 ore su 24, segnalando ogni tipo di anomalia. Grazie ad un cervello elettronico è in grado inoltre, di mettere l’impianto in sicurezza se necessario. Grazie a strumenti come questo proposto da TekniConvert, si può star tranquilli in caso di perdite, si eviterà di allagare la vicina e non avrete spiacevoli sorprese nella bolletta.

  4. giorgio il said:

    E’ la quarta volta che mi si rompe il tubo dell’acqua dal contatore all’appartamento.Ora lo so già che in quei punti risponde il proprietario dell’appartamento,cioè io,ma dal momento che l’edificio ha otto anni(e perciò ancora in garanzia) vorrei sapere chi deve pagare.Visto che le prime due volte ho fatto io lo scavo con successiva sistemazione del pavimento nel giardino dell’inquilino sottostante a me,la terza volta è stata chiamata una ditta specializzata nella localizzazione della perdita e quest’ultima sto aspettando di sapere chi eseguirà i lavori,visto che i tubi non sono stati sotterrati assieme al corrugato già al momento della costruzione dell’immobile.C’è qualcuno che mi può aiutare?L’assicurazione non copre più il danno.Grazie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.