Condomino accusato di rumori molesti dal vicino

Buongiorno, abitiamo in un palazzo di dieci piani,la signora sotto al mio dice che ha tollerato abbastanza i nostri rumori,è salita a casa già due volte urlandoci contro,l’ultima volta perchè siamo rientrati a mezzanotte di sabato sera con mia nipote di due anni che ha parlato ad alta voce, al mattino si è presentata urlando davanti anche alla bambina e dicendo parolacce ed ingiurie,ci ha accusati anche di sentire le nostre voci nell’intimità,ci ha detto che dobbiamo rispettare il regolamento e che siamo dei casinisti.
noi facciamo un uso normale dell’appartamento nel senso che sicuramente non spegniamo la tv alle 22 ma non siamo sordi e la teniamo ad un volume normale.
abitiamo in questa casa da meno di un anno,a luglio mio marito era fuori x lavoro ed io ho invitato un’amica,siamo rimaste in casa a chiacchierare in soggiorno con la finestra aperta e abbiamo abbassato la tapparella tardi ma si tratta di due tapparelle di plastica e poi non credo si possa pretendere che a fine luglio una persona si chiuda in casa alle 22,al mattino ho trovato un bigliettino anonimo nella buca delle lettere con scritto che non devo fare questi rumori quando rientro tardi la sera.
io ho modificato il mio stile di vita,vivo in uno stato di ansia e quando sono sola in casa ho paura che questa signora salga,faccio le scale x non incontrarla in ascensore,non invito più gente a casa per paura che arrivi ad urlare, e ovviamente ho problemi nell’intimità con mio marito perchè al minimo rumore che possa fare il letto io mi blocco.
a breve ci sarà la riunione condominiale, e temo che vada a dire davanti a tutti queste cose,soprattutto quella dei rumori nell’intimità,in tal caso come posso difendermi?
io giuro che cammino con le ciabatte in silicone non uso il phon dopo le 22 al mattino mi metto le scarpe sulla porta e le levo appena entro.

Gentile lettrice, buon giorno.

Quelle indicate da lei sono persone **MALATE**, persone che condizionano la nostra esistenza pur vivendo nelle nostre case, sebbene in condominio, non a caso ho dovuto comportarmi come lei per anni pur di non litigare a morte con il condomino sotto di me, fino a quando fece, consigliato da me, geometra, in maniera DRASTICA, applicare sotto ai suoi soffitti i pannelli fonoassorbenti.

Ritrovai la mia pace, unitamente alla mia famiglia, tornando a vivere una vita normale, così anche colui il quale per anni si era lamentato battendo costantemente un bastone sotto al suo soffitto per dirmi di fare sienzio.

I rumori, vista la scarsa insonorizzazione dei solai e pareti, si attutiscono e rendono più vivibile il rapporto tra vicini di casa.

E’ il condomino che si lamenta a dover affrontare una simile soluzione, per cui c’è da chiedersi: l’adotterà mai?

Sicuramente se lei si lascia intimorire dalle ingiurie, grida e minacce della vicina, senza mostrare il benché minimo di reazione, finirà col soccombere, pertanto se non se la sente le faccia scrivere una lettera da un avvocato, per comunicarle che se non la smette sarà denunziata e non solo, ma dovrà risarcirla dei danni biologici subiti.

Bisogna porsi sullo stesso piano di questi MALATI soggetti e ZITTIRLI.

Non abbia alcun timore, perché lei è nel giusto e il condomino sotto di lei è nel torto, infatti in casa sua può fare ciò che meglio le aggrada, sicuramente non userà il trapano per 24ore al giorno.

Ci vuole CORAGGIO – CORAGGIO – CORAGGIO e lasci perdere Tribunali e Giudici.

cordialità

Geom. Terracciano

Leggi ancora per approfondire su Facebook

Precedente Ristrutturare bagno e cucina è il sogno degli italiani Successivo Infiltrazioni dai balconi superiori

6 commenti su “Condomino accusato di rumori molesti dal vicino

  1. Pasquale il said:

    Il geometra Terracciano, probabilmente è a favore di comportamenti molesti e maleducati. Chi non capisce dove finisce il proprio diritto e inizia quello di un’altro è un incivile. Malato è chi insiste nell’usare tacchi a spillo a qualsiasi ora; chi trascina mobili e sedie; chi parla a squarciagola senza rispetto nemmeno della propria privacy; chi ascolta TV a tutto volume ecc. ecc .ecc. Ovviamente è anche a favore di chi viene inviato a correggere alcuni atteggiamenti e per ripicca aumenta le emissioni rumorose. Grazie Geom. Terracciano, grazie di cuore, lei si che è una persona libera e disposta a trovare soluzioni equilibrate.

    • oreste terracciano il said:

      PER PASQUALE
      Caro Pasquale buon giorno.
      Io non sono a favore di chi, noncurante della tranquillità degli altri, specie quando si vive in condominio,provoca immissioni di rumori e/o cattivi odori o fumi, certamente NO.
      Li giustifico solo perchè sono in casa propria e non possono avere sempre tutte le accortezze per il condomino che vive al piano inferiore.
      Le accortezze, caro Pasquale, le dovrebbero avere i costruttori, i quali, quasi sempre dimenticano le norme costruttive per rendere INSONORIZZATI i solai, anzi le progettano ma a modo loro, per cui costringono tante persone **insofferenti** ad applicare i pannelli fonoassorbenti ai propri soffitti per insonorizzarli e vivere meglio.
      La legge, poi, dice che le immissioni sono ritenute lesive laddove disturbano l’intero condominio o una buona parte di esso, quindi come la mettiamo?
      Nessuno può arrogarsi il diritto di definire CATEGORICAMENTE MALEDUCATO chi, a suo parere, lo disturba in qualche modo, purtroppo bisognerebbe vivere su un EREMO.
      Cordialità
      Geom. Terracciano

  2. Roberto il said:

    Mi è bastato leggere il commento del Sig. Terracciano per capire subito di che pasta è fatto.
    Me lo lasci dire, si meriterebbe di capitare lei sotto a vicini rumorosi e a quel punto, quando la sua sacrosanta intimità se ne va a quel paese, mi faccia sapere se “ognuno a casa propria fa quel che vuole”.
    Egoista e pure maleducato.

    • condominioaiuto il said:

      Per Roberto
      Capisco la sua indignazione di fronte ad uno stillicidio tale che le fa saltare i nervi, le immissioni di rumori continui e persistenti non fanno altro che rendere la vita di chi li deve sopportare IMPOSSIBILE, però, c’è sempre un però, le chiedo : quale è la soluzione?
      Risposta: SOLO LA LITE dai risvolti imprevedibili!!!!
      Se ne sentono tante oggi che inducono alla **sopportazione**, diversamente faccia le sue valutazioni e poi si rivolga al Giudice di Pace.
      Poi, cortesemente, se vuole mi tenga informato, grazie e saluti
      Geom. Oreste Terracciano

  3. lidia Sallstrom il said:

    Sono svedese e vivo a Stoccolma. Ho anche un attico in Italia. La coppia che ha la casa sotto di me, si presenta alle sette di mattino ca, suona alla porta e mi accusa di usare i tacchi in casa anche di mattina presto…Io ero ancora in camicia da notte, scalza ( noi usiamo lasciare le scarpe fuori dalla porta )
    Gli ho fatto notare che non porto piú i tacchi ….e cammino scalza in casa.
    questo anno, ho invitato gli amici che anche loro camminano scalzi. Vanno al mare tutti i giorni durante le ore di riposo, poi, fanno una siesta. La sera, spendono le loro ore sulla terrazza….Ia coppia mi telefona alle ore 20.24 per farmi ascoltare per telefono i rumori sopra…e mi informano che si rivolgeranno al condominio !
    Ricevo una lettera dal condominio chiamata “verbale” dove mi scrivono che la gente che ho in casa fanno rumore…Ieri sera, arriva un SMS che si rivolgeranno ai carabinieri….sono io che mi sento molestata da loro !! Che cosa devo fare ? ci sará un assemblea e spero di potermi difendere ! Come mi devo difendere ?

    • condominioaiuto il said:

      PER lidia Sallstrom
      Gentilissima signora Lidia buon giorno, quelle lamentate da condomino sottostante l’attico vengono definite, qui in Italia, **IMMISSIONI DI RUMORI**, le quali, a mio parere, per dimostrare la INSOPPORTABILITÀ’, così come riferitole dal condomino del piano inferiore, si presenta quando supera la soglia dei 3 dB (decibel) e non solo, la dimostrazione DEVE avvenire con rilevamenti di strumenti fonometrici e non a voce, minacciando di far intervenire le Forze dell’ordine, intervento che sarebbe solo una **CHIMERA** in quanto le Forze dell’Ordine NON si presenterebbero per una banalità simile.
      Il condominio in tutto questo NON c’entra affatto, la questione riguarda lei ed il condomino del piano inferiore, potrebbe riguardare il condomino laddove i rumori dovessero essere avvertiti da più condomini durante le ore di SILENZIO/RIPOSO imposto dai Regolamenti comunali.
      Per esempio, qui a Taranto (Puglia) il regolamento impone silenzio dalle ore 23 alle ore 7 e dalle ore 14 alle ore 16.
      Se fossi in lei non solo li IGNOREREI, ma direi loro di dimostrare, a mezzo perizia FONOMETRICA, le loro **PENOSE** INSOFFERENZE.
      Se la lettera **VERBALE** porta la firma dell’amministratore, lo contatti e gli chieda, IN PRIMIS, perchè si è intromesso lui quando non ha le competenze e gli chieda se ha ricevuto una lettera di reclamo da un nutrito gruppo di condomini, diversamente IGNORI anche lui e dica RIVOLGETEVI AL GIUDICE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Io vivo in casa mi come mi pare e sta a voi dimostrare tutta la mia “”maleducazione””
      Ma cosa vuole farci? stiamo diventando tutti INSOFFERENTI.
      Cordiali saluti
      Geom. Oreste Terracciano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.